Taste Alto Piemonte 2018

taste piemonte 2018 1Dal 24 al 26 marzo si terrà la seconda edizione di Taste Alto Piemonte, la fiera del gusto al castello di Novara, tre giorni dedicati ai vini d’eccellenza e alle migliori produzioni gastronomiche del territorio.

A organizzare il tutto sarà il Consorzio tutela nebbioli Alto Piemonte, che riunisce numerose aziende agricole, operatori del settore, giornalisti di tutta Europa e appassionati.

Simbolo dei vini piemontesi è il Nebbiolo, per molti il più nobile dei vitigni italiani, al Barolo, DOCG e grande vino rosso, al Barbaresco e alle Langhe, patria dello stesso Barolo che, insieme a Roero e Monferrato, fanno parte della World Heritage List dell’Unesco, l'insieme dei siti riconosciuti come parte del patrimonio artistico e ambientale dell’umanità.

Il Piemonte produce vino dai tempi dei Romani e, oltre al Barolo, le sue produzioni sono famose in tutto il mondo, come il Barbera del Monferrato, altra grande DOCG della zona del Monferrato.

Le diverse zone di produzione vengono accomunate dalla tipologia di coltivazione dei vitigni, che avviene esclusivamente su terreno collinare, che danno uva adatta soprattutto a vini rossi vocati all'invecchiamento, ma anche a vini bianchi.

Tra i vini piemontesi più famosi da ricordare il Dolcetto d'Alba, il Barbera d'Asti, che danno il nome a una zona conosciuta per l'omonimo spumante.

Ma il Piemonte non è solo terra di grandi vini rossi e dello spumante di Asti, ci sono anche alcuni vini bianchi, come il Gavi o Cortese e l'Erbaluce di Caluso, senza dimenticare altre produzioni degne di nota come il Langhe DOC Arneis. 

Con il supporto della Camera di commercio, dell’Atl, della Fondazione Castello e in collaborazione con i sommelier di Ais Piemonte, a Novara ci saranno le dieci denominazioni più note dell’Alto Piemonte, Boca doc, Bramaterra doc, Colline novaresi doc, Coste della Sesia doc, Fara doc, Gattinara docg, Ghemme docg, Lessona doc, Sizzano doc e Valli Ossolane doc, che verranno presentate da aziende della provincia di Novara, Vercelli, Biella e Vco.

La prima giornata, sabato 24 vedrà una mattinata riservata a stampa e operatori, mentre nel pomeriggio accederà alle sale anche il pubblico, per prendere parte a incontri e assaggi con i produttori.

Domenica 25 la rassegna sarà di nuovo aperta a tutti con anche la premiazione del Calice d’oro dell’Alto Piemonte, mentre  lunedì 26 sarà dedicato solo ai professionisti.

Inoltre Ais Piemonte allestirà un banco di assaggio e si occuperà di programmare seminari a posti limitati, per una serie di conferenze che hanno riscosso un grande successo nell’edizione 2017.

I biglietti, che costano 15 euro per i privati, 10 per i soci delle associazioni del settore, mentre sono gratuiti per ristoratori, enoteche e distributori, sono in vendita su www.eventbrite.it  e durante la rassegna anche all’ingresso del castello.

Seguici su Facebook

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.