Ingeborg Holm a Seeyousound 2018

ingeborg holm di victor sjostrom 1E’ Ingeborg Holm, capolavoro del regista svedese Victor Sjöström, considerato il primo film realista della storia del cinema, ad aprire la quarta edizione di Seeyousound International Music Film Festival, che si terrà a Torino dal 26 gennaio al 4 febbraio.

L’opera svedese, un film muto del 1913, verrà musicato dal vivo da un ensemble di artisti poliedrici per la serata di venerdì 26 gennaio alle 21, presso la Sala 1 del Cinema Massimo, organizzata in collaborazione con il Museo Nazionale del Cinema.

A dare suono alla pellicola sono il chitarrista Corrado Nuccini, cantante e fondatore della band Giardini di Mirò, il cantautore e produttore Iosonouncane, ex membro degli Adharma, ed Enrico Gabrielli, polistrumentista, compositore e membro di diversi gruppi.

“Per la sonorizzazione di Ingeborg Holm” dice Corrado Nuccini “ho scelto di lavorare con Iosonouncane ed Enrico Gabrielli perché ne apprezzo non soltanto la musica, ma l’attitudine e l’approccio. L’intenzione è portare in scena una trama musicale che renda giustizia alla bruciante attualità del social drama di Sjöström. Dal 1913 a oggi sono passati più di cento anni, ma non per le tematiche, quindi la musica sarà contemporanea: pulsazioni elettroniche, sintetizzatori, riverberi e delay, ma anche sassofoni e chitarre elettriche. Una trama sonora avvolgente dall’elettronica minimale all’ambient, passando per il post rock, un unico suono che ben si sposi con la pellicola”.

La trama della pellicola vede come protagonista Ingeborg Holm, interpretata da Hilda Borgström, moglie di Sven, che vivono a Stoccolma con i tre figli, gestendo una drogheria.

Quando il marito muore, la vita di Ingeborg subisce un tracollo, il negozio fallisce e la famiglia finisce sotto sfratto, poi i bambini vengono affidati ad altre famiglie e Ingeborg viene ricoverata in preda alla follia e solo alcuni anni dopo il figlio maggiore cercherà la madre per aiutarla a ritrovare se stessa.

L’opera oggi è considerata una pietra miliare della cinematografia mondiale per la capacità di raccontare le emozioni, molto innovativa per l’epoca, e per le tematiche ancora oggi attuali, ma all’epoca venne accolta dalle polemiche delle case di assistenza ai poveri, che si ritenevano diffamate dal film, fino a costringere il regista e lo sceneggiatore, Nils Krok, a discolparsi con una serie di articolo sui giornali, ma non riuscirono però a sminuire il valore del film che fu un vero e proprio successo a livello internazionale.

Seeyousound International Music Film Festival è stato organizzato dall’Associazione Choobamba in collaborazione con il Museo Nazionale del Cinema, con il supporto del Circolo dei Lettori e grazie al contributo di Fondazione CRT.

Pin It

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.