Luci d’artista 2017

luci artista torino 2017Torino festeggia il decennale di Contemporary art contemporaneamente al ventennale delle Luci d'artista, con un calendario fitto, che parte dalle luci natalizie ormai simbolo della città fino ad Artissima, Paratissima e ancora The Others, le Notti delle arti contemporanee fino a Club to club e Torino Film Festival.

“Non è un caso trovarsi a presentare questi eventi alle Officine Caos, uno degli spazi più legati all'arte contemporanea” dice l'assessore alla Cultura Francesca Leon “ma il mese di eventi parla di contemporaneo in senso ampio, toccando anche musica e altro. Sono aspetti su cui dobbiamo ragionare per il futuro. A cominciare da Artissima. La scelta dei luoghi è anche legata a questioni tecniche per l'installazione. Questo non esclude che in futuro aumenteremo il dialogo con le circoscrizioni per le animazioni”.

Oltre ad Artissima e agli altri eventi già citati, ci saranno anche Flat (Fiera del libro d'arte), gli appuntamenti alle OGR, Gam e Fondazione Sandretto Re Rebaudengo.

Altre iniziative vedranno coinvolte Palazzo Madama, Castello di Rivoli e tutti i punti di riferimento che sempre di più danno vita al mondo culturale cittadino.

Le Luci si accenderanno dal 27 ottobre e saranno visibili fino al 14 gennaio, mentre le altre sette Fiere dell'arte avranno date variabili.

Per Luci d'artista saranno 25 le opere che verranno allestite in vari punti della città, con una novità vicino al Grattacielo Intesa Sanpaolo, che insieme a Iren e Fondazione Crt sosterrà le iniziative.

Ad aprire il tutto, nell'area pedonale di via Di Nann, sarà l'opera di Valerio Berruti Ancora una volta, per 14 opere in centro e 11 nelle 8 circoscrizioni.

E, dal 3 al 5 novembre, ci sarà anche un bus navetta GTT che permetterà di spostarsi tra un evento e l'altro, detto Frequenza Art Shuttle, con due tragitti, entrambi con il capolinea a Lingotto Fiere, vicino all'Ovale che ospita Artissima.

“La Regione investe da decenni nell'arte contemporanea” spiega l'assessore regionale Antonella Parigi “ed è bello vedere come questo settore si stia legando a un'altra grande risorsa come i coltivatori vitivinicoli, che investono in arte contemporanea”.

Il calendario completo delle manifestazioni si può consultare sul sito www.contemporarytorinopiemonte.it.

Seguici su Facebook

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.