• Home
  • EVENTI
  • Verbania Lago Maggiore LetterAltura 2017

Verbania Lago Maggiore LetterAltura 2017

letteratura verbania 2017 1Dal 14 al 17 settembre tornerà a Verbania, nelle regioni dei laghi piemontesi, l’undicesima edizione di Lago Maggiore LetterAltura, il Festival di letteratura di montagna, viaggio, avventura, con filo conduttore il mondo del treno.

Sarò un’edizione ricca di novità, grazie a Michele Airoldi, il presidente di Leggere Storie E Parole Sul Treno, che condurrà a Verbania ospiti di fama europea, per raccontare esperienze e leggere storie.

Sarà un viaggio dove ci si potrà immergere nella lettura di un libro oppure intessere un dialogo inatteso con un compagno di viaggio, tra scrittori e giornalisti, alpinisti e viaggiatori, ognuno con una o piu storie da raccontare e condividere nella cornice di Verbania e le sue bellezze.

Si inizierà giovedì 14 settembre, alle 16, nel parco della Biblioteca Civica con due incontri con Albano Marcarini e Romano Vecchiet,  cui seguirà l’inaugurazione del Festival con uno spettacolo di canzoni e letture sul treno, ideato dalla Band del Pian Cavallone e Federico Gagliardi.

Venerdì 15, sempre presso il parco della Biblioteca, il giovane scrittore Giuliano Pesce parlerà con gli studenti dei licei di Verbania e Domodossola, mentre il filosofo Ermanno Bencivenga proporrà un’inedita riflessione sul viaggio.

A Palazzo Flit ci sarà l’architetto Alfonso Femia, mentre la sera, nel cortile del Museo del Paesaggio a Pallanza, è previsto l’incontro con Paolo Cognetti, vincitore del Premio Strega 2017 con il romanzo Le otto montagne.

Sabato 16 e domenica 17 il Festival si sposterà al Centro Eventi Il Maggiore, tra allestimenti, stand interessanti, come la Libreria del Festival, oltre ad incontri legati al tema del treno e della ferrovia: dal punto di vista ambientale (Stefano Caserini), come ispirazione per il teatro (Flavio Stroppini), nel ricordo doloroso della storia del Novecento (Antonio Rinaldis), per la bellezza dei treni di montagna (Diego Vaschetto), senza dimenticare gli incontri sulla vecchia Ferrovia Intra - Premeno (con Paolo Dolcini e una mostra del fotografo Azzoni) e con la spettacolare Ferrovia Vigezzina, presentata da Benito Mazzi con una mostra d’immagini.

La serata di sabato vedrà una proposta sul tema del silenzio, grazie alla presenza di Nicoletta Polla Mattiot e Duccio Demetrio, fondatori dell’Accademia del Silenzio, e due passeggiate tra Intra e Pallanza, una serale attraverso i Giardini di Villa Taranto e l’altra notturna lungo il lago.

A Villa Giulia il tema sarà la Patagonia, con un monologo teatrale scritto da Matteo Severgnini e interpretato da Debora Zuin, e il racconto di viaggio di Massimo Flematti.

L’idea e l’esperienza del viaggio saranno gli elementi comuni dei tre incontri con alcuni giornalisti, Marta Ottaviani parlerà delle contraddizioni della Turchia, Flaviano Bianchini delle sofferenze dei migranti in Messico, Luca Leone della situazione irrisolta dei Balcani.

Ma LetterAltura 2017 vedrà anche una sezione per i bambini, con una serie di laboratori creativi a Villa Giulia e un trenino, che per tre giorni unirà Intra e Pallanza per far conoscere la bellezza dei giardini e il fascino della lettura a voce alta.

Con una lettura ad alta voce il festival terminerà domenica 17 a Villa Giulia, dove testi classici della letteratura sul treno verranno letti dai partecipanti di un corso di alto livello che si terrà al Chiostro di Intra parallelamente al Festival, diretto dall’attrice Giorgia Cantalini.

Il programma del Festival è consultabile sul sito www.2017.letteraltura.it.

Seguici su Facebook

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.