Borgata Sestriere Sagra dei Pilot 2017

pilot sagra 1Anche quest'anno il 6 agosto a Borgata Sestriere, una frazione dell’omonimo comune, in provincia di Torino, l'associazione La Pancouta organizzerà la nona edizione de La Sagra dei Pilot.

I Pilot sono parte integrante della tradizione gastronomica locale, come piatto tipico di Sestriere e Pragelato, prelibate frittelle a base di patate e fonduta di toma, piatto dell’alta montagna.

Durante tutta la manifestazione sarà attivo l’atteso mercatino di prodotti tipici e dell’artigianato.

La storia di Sestiere è legata a doppio filo a quella della Valle di Susa e della Val Chisone, da quando nell’Alto Medioevo subì le invasioni dei Vandali e dei Saraceni.

In seguito fu parte del Delfinato e della Francia fino al 1713 quando i territori Escartonesi di Oulx, Pragelato e Casteldelfino passarono sotto il dominio di Casa Savoia, allora teatro di lotte nelle guerre per la successione di Spagna e Austria.

Nel 1896  l'ingegnere svizzero Adolfo Kind, trasferitosi per lavoro a Torino, avviò la trasformazione di Sestriere in una realtà unica nel campo dello sci e del turismo.

Il pioniere dello sviluppo turistico del Sestriere fu il Commendatore Paolo Vicenzo Possetto, figlio di cantonieri stradali, che nel 1914 iniziò la costruzione del Baraccone, un alberghetto di 20 camere con ristorante che venne completato nel 1921.

Nel 1924 venne inaugurata la Cappella della Madonna Regina Pacis, progettata dall'architetto Carlo Carbonnet e nel 1930 fu fondata la Società Incremento del Sestriere, con membri il senatore Giovanni Agnelli e il figlio avvocato Edoardo.

Nello stesso periodo vennero costruite le quattro funivie che portavano all'Alpette, al Sises, alla Banchetta e al Fraiteve, oltre al lussuoso Duchi d'Aosta e il più popolare Torre, con le lussuose suites dei Principi di Piemonte, ma anche alberghi di varie categorie.

Inoltre una sapiente politica promozionale porterà alla nascita di grandi competizioni come la Sei giorni internazionale che si disputava su sei piste diverse, poi divenuta la Tre Funivie.
La seconda guerra mondiale causò danni non indifferenti agli impianti ma nel dopoguerra il turismo riprese con maggior vigore.

La tradizione delle grandi gare continuò con l'edizione della Kandahar nel 1951, quando zen disceso libera sui pendii della Rio Nero.

Da allora ci sono state tante gare importanti come i Mondiali di sci del febbraio 1997 e le Finali di Coppa del Mondo di Sci Alpino del 2005 fino a raggiungere il momento clou con la ventesima edizione dei Giochi Olimpici Invernali di Torino 2006 e delle Paralimpiadi.

Seguici su Facebook

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.