Vinovo Sun Bar 2017

vinono sun fest 1L'associazione del comune di Vinovo Generazione per, in collaborazione con AJ Eventi, il patrocinio del Comune di Vinovo e come media partner Radio Contatto, proporrà dal 7 al 9 luglio l'evento Sun Bar 2017 che quest'anno vedrà una serie di stand gastronomi per rifocillarsi durante le giornate di musica, sport e sensibilizzazione sociale.

Quest'anno infatti si aggiungeranno per la terza edizione, gli amici delle associazioni presenti sul territorio di Vinovo, oltre alla Fondazione Piemontese Contro Il Cancro Onlus di Candiolo che, come con la Vinovo Run Flower 2017, posizionerà il suo stand con prodotti, il cui ricavato andrà totalmente alla Fondazione.

Nelle tre giornate saranno presenti anche il Giglio Onlus, le Mele Verdi della Croce Verde di Vinovo con l'associazione Albero di Greta, la Filarmonica Vinovese e la Polisportiva di Garino.

Durante le tre giornate Generazione Per curerà il torneo di calcio presso l'impianto del Chisola Calcio, quello di pallavolo presso la palestra della Scuola Media Gioanetti di Vinovo e il torneo di basket presso la palestra Jolly.

All'interno del Parco del Castello di Vinovo si potranno degustare ottime pietanze fornite dagli oltre 25 stand di gastronomia italiana e mondiale ottime birre e si potrà ascoltare musica, infatti Radio Contatto presenterà artisti underground del territorio Vinovese, mentre nelle tre serate si esibiranno un gran numero di musicisti che faranno ballare e cantare grandi e piccini.

La città di Vinovo ha una lunga storia che risale fino agli antichi Romani, come dimostra il ritrovamento di resti risalenti al V secolo dopo Cristo.

I documenti storici più antichi su Vinovo, risalgono al 1040, quando un atto notarile certifica che i Marchesi Romagnano donarono alcuni terreni in Vinovo all'Abbazia di San Silano.

In questo documento il territorio è chiamato Vicus Novus, nome che rimase a indicare il gruppo di edifici e terreni che furono di proprietà di vari feudatari.

Nel 1268 un atto di vendita vede l'arrivo della famiglia Della Rovere che divenne la padrona dell'intero territorio vinovese nel Quattrocento.

La nascita del Comune risale al 1458, quando il Duca Ludovico di Savoia concesse alla comunità vinovese gli Statuti in difesa dei cittadini.

Con la morte dell'ultimo discendente della famiglia Della Rovere, nel 1692, il feudo venne ceduto ai Conti delle Lanze che governarono sino al 1732, quando il Cardinale Vittorio Amedeo delle Lanze cedette la città al re che la diede, assieme a Stupinigi, alla Commenda dell'Ordine Mauriziano.

L'Ordine Mauriziano venne soppresso nel 1800 e molte terre furono vendute a privati, e solo dopo il 1815 ne fu ricostruito il patrimonio con Stupinigi e una piccola parte di Vinovo, con il Castello, alcuni terreni, le cascine e i boschi.

Alla fine dell’Ottocento all’industria ceramica locale si affiancarono le fornaci e le filande, cosa che portò a un aumento della popolazione, oltre alla costruzione di edifici pubblici come il Municipio, le scuole, l'asilo e la Casa del Cottolengo e nel 1882 avvenne l'inaugurazione di una tramvia che univa la stazione di Porta Nuova di Torino a Vinovo.

Nel 1941 il paese fu al centro di un bombardamento da parte degli aerei della RAF, cha lasciò tre feriti e molte case distrutte, poi la ricostruzione del dopoguerra ha portato all'insediamento di nuove industrie di legname e metalmeccaniche che occupano molti operai ancora oggi. 

Seguici su Facebook

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.