Foglizzo Sagra del Cossot 2017

sagra cossot 1L'11 giugno a Foglizzo, in provincia di Torino, è in programma la Sagra del Cossot, che quest'anno celebra il suo ottavo compleanno.

Il programma vedrà per le 8,30 un incontro turistico per gli appassionati di quad, per le 9 la camminata Cossot in cammino, un concerto di musica classica alle 10 nella chiesa di San Giovanni, alle 11,30 l’apertura dello stand gastronomico della Pro Loco con una serie di piatti a base di côssot, alle 11,45 nel castello la premiazione del concorso L’angolo che ti è rimasto più impresso delle precedenti edizioni della Sagra del Côssot.

Alle 15,30 ci sarà un incontro di tennis, mentre alle 16 è prevista l’inaugurazione del restauro del portale storico nella piazza del mercato.

Alle 17 la cooperativa sociale Pier Giorgio Frassati e la scuola secondaria di primo grado di Foglizzo presenteranno Non solo parole, per l’inaugurazione del murale realizzato nella residenza sanitaria assistenziale Hospice di via Olivero 19, con musica e merenda.

Durante tutta la giornata si terrà una maratona musicale organizzata da alcuni organisti canavesani, per promuovere la conoscenza e la valorizzazione di un autentico gioiello dell’arte organaria settecentesca, l’organo Landesio 1743 della chiesa della Confraternita di San Giovanni.

Sarà visitabile il museo La Ramassa, con anche una serie di dimostrazioni sulla lavorazione della saggina, sino al raggiungimento del prodotto finito.

Non mancheranno la preparazione e la cottura dei Canestrelli canavesani e si potrà visitare il Mulino di Pietro Querio, edificato nel 1387.

Il mercatino dei prodotti del territorio proporrà formaggi, salumi, verdure e miele, mentre gli hobbisti esporranno gli oggetti frutto della loro creatività, sono previste delle aree dedicate ai giochi dei bambini e si potranno cavalcare i cavalli allevati e addestrati dal Circolo Arci Il Pioppeto di Volpiano.

È anche in programma un’esposizione di auto d’epoca, saranno allestite mostre nella sala consiliare del Castello, mentre i negozi del paese saranno tutti aperti.

Foglizzo è uno dei più antichi borghi canavesani e nel 882 fu nominato in un Diploma di Carlo Il Grosso come territorio dipendente dalla Chiesa Vercellese. 

Fu sede di stanziamenti romani dell'epoca imperiale e divenne un centro di notevole importanza nel primo medioevo, quando vi passava la Via Cursi, la più veloce direttrice verso la Gallia

Dal XII secolo fu dei Conti di Biandrate grazie a Guido Il Grande, comandante delle truppe di Federico Barbarossa, che l'ottenne con tutto il territorio della Sylva Fullicia per il matrimonio con Isabella del Monferrato.

Foglizzo fu indipendente fino al 1326, quindi divenne un vassallo dei Marchesi di Monferrato e infine, nel 1631 con il trattato di Cherasco, divenne parte del territorio sabaudo sotto il dominio di Vittorio Amedeo I.

Il 29 luglio 1811 iniziò la vendita dei beni posseduti dai Biandrate a Foglizzo, che passarono alle famiglie agricole del paese che diedero un notevole impulso all'attività agricola.

Nel 1885, con un Regio Decreto del 28 maggio, il Comune comprò il Castello dei Biandrate e vendette il fabbricato della vecchia casa comunale, dove fu istituito l'asilo.

Nel 1916 morì a Torino Luigi, l'ultimo dei Conti dei Biandrate di Foglizzo, e nel 1958 a Torino l'ultima contessa dei Biandrate Maria Luisa e con la sua scomparsa, la famiglia dei Biandrate fu dichiarata completamente estinta.

Particolare importanza nel paese è la Parrocchia, edificata nel 1238 grazie alla contessa Isabella, vedova del Conte Alberto che, con il consenso del vescovo di Ivrea e di quel capitolo, aveva donato la chiesa di Foglizzo ai canonici di San Egidio di Verrès.

Seguici su Facebook

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.