Torino che legge 2017

torino legge 2017 1Da martedì 18 a domenica 23 aprile Torino tornerà a essere la capitale dei libri e della lettura con la terza edizione di Torino che legge, tra animazione, approfondimento culturale, aggiornamento ed eventi dal centro alle periferie, con l’intento unico di riattivare l’attenzione del pubblico sull’importanza dei libri.

Saranno molti gli ospiti, da Marco Malvaldi a Giuseppe Culicchia, e poi ancora torinesi come Margherita Oggero, Stefania Bertola, Bruno Gambarotta. Presenti anche Francesco Carofiglio, con Emiliano Poddi, Stefania Miretti, Andej Longo, Anna Migotto, Margherita Giacobino, Raffaella Romagnolo Zoltan Nagy.

L’edizione 2017 di Torino che legge coinvolgerà direttamente librerie, biblioteche, scuole, centri culturali e spazi comuni, per aumentare l’affetto della città intorno ai tanti operatori sempre impegnati nella promozione della lettura.

Per il 23 aprile, Giornata Mondiale Unesco per il Libro e il Diritto d’Autore, Torino ricorderà la festa catalana di Sant Jordi – San Giorgio, con le librerie aderenti che porranno una bancarella all’esterno e allestiranno le vetrine con libri e rose rosse, che saranno donate anche alle donne che effettueranno un prestito di libri alla Biblioteca Civica Centrale.

Ma sarà anche una manifestazione che guarda al prossimo Salone del libro, come desidera Francesca Leon, assessore alla cultura del Comune di Torino, che con le Biblioteche civiche, alle circoscrizioni, al Forum del libro e con la Fondazione per la Cultura Torino, Intesa San Paolo e Fondazione CRT promuove Torino che legge.

La città di Torino crede fortemente nel progetto di Torino che legge, che ha lo scopo di rafforzare il senso di comunità, aprendo spazi in ogni quartiere dove portare dibattiti e cultura, come fanno anche le mille iniziative che nel corso dei mesi librerie e biblioteche promuovono su tutto il territorio torinese.

Il luogo di partenza e inaugurazione sarà la Biblioteca civica centrale, che martedì 18 aprile ospiterà un incontro sulla comunicazione della lettura, oltre a presentare al pubblico la biblioteca Particolare dell’artista Agostino Iacurci, regalata dalla Regione Puglia a Torino. Seguiranno altri momenti unici, come il seminario sul pubblico della lettura del 21 aprile alla biblioteca Graf dell’Università.

Insieme all’Ateneo e al Politecnico, le biblioteche torinesi promuoveranno anche il pubblico dominio con Prendi, leggi, scopri e sorprenditi, per valorizzare il patrimonio open source e scoprire nuove letture, oltre a quelle ad alta voce a cura dei doppiatori della ODS, dedicate a Camilleri e all’antologia Lingua Madre a bordo di tram storici lungo le vie cittadine, mentre al Mausoleo della Bela Rosin, domenica 23 aprile ci sarà il reading su Manuel Antonio Pina realizzato da Assemblea Teatro.

Il tema ispiratore del Salone del libro, Oltre il confine sarà una precisa linea guida anche per Torino che legge, per la valorizzazione di ciascun soggetto della filiera e, delle tante iniziative di quartiere dedicate al mondo dei libri, da Libri in piazza a Cavoretto Legge, da LIBERinbarriera e LeggerMente.

Seguici su Facebook

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.