• Home
  • EVENTI
  • La magia del Presepe di Emanuele Luzzati a Torino

La magia del Presepe di Emanuele Luzzati a Torino

presepe luzzati 1Anche quest’anno il Borgo Medievale di Torino accoglierà dall’8 dicembre all’8 gennaio 2017, tutti i giorni dalle 9 alle 19, il magico Presepe di Emanuele Luzzati, uno dei simboli del Natale torinese.

Il celebre illustratore e scenografo genovese allestì questo presepio su richiesta del comune di Torino per la prima volta nel 1997 in Piazza Carlo Felice.

Nato a Genova nel 1921, Luzzati nel 1940 fu costretto ad abbandonare la sua città a causa delle leggi razziali e si laureò a Losanna presso l’Ecole des Beaux Arts.

Nel 1945 tornò in Italia dove ripropose a Genova al Teatro Augustus e a Milano al Teatro Litta, il suo primo allestimento svizzero e nel 1950 viene chiamato da Vittorio Gassman per disegnare le maschere e i costumi per Peer Gynt di Henrik Ibsen, mentre, con l’architetto Pulitzer, iniziò l’attività di progettazione di arazzi e tessuti presso la ditta M.I.T.A. di Nervi, per navi come Andrea Doria, Marco Polo, Ausonia, Leonardo da Vinci e Michelangelo.

Nove anni dopo, nel 1959, Luzzati con Il Cordovano di Goffredo Petrassi realizzò la sua prima opera per il Teatro della Scala di Milano oltre a La Tarantella di Pulcinella con Gianini, pubblicità inedita per la Barilla.

Nel 1961 fondò con Franco Enriquez, Glauco Mauri e Valeria Moriconi la Compagnia dei Quattro e nel 1972 espose alla Biennale di Venezia nella sezione Grafica Sperimentale.

Con Tonino Conte e Aldo Trionfo Luzzati inaugurò a Genova, nel 1976, il Teatro della Tosse riprendendo lo spettacolo Ubu re di Jarry.

Dal 1981 al 1984 una sua personale, intitolata Il sipario magico di Emanuele Luzzati, allestita dall’Università di Roma a cura di Mara Fazio e Silvia Carandini, fu allestita in Italia e all’estero e nel 1988 illustrò Le fiabe scelte dei fratelli Grimm per le Edizioni Olivetti.

Nel marzo del 1990 vennero inaugurate a Reggio Emilia, Cavriago, Sant’Ilario e Montecchio le quattro sezioni di una grande mostra dedicata all’opera di Luzzati.

Dopo aver ottenuto due nomination all’Oscar per i suoi film d’animazione, La gazza ladra e Pulcinella, Luzzati venne nominato membro dell’AGI (Alliance Graphique Internationale) e dell’Academy of Motion Picture Arts and Sciences.

Nel 1992 gli venne conferita dall’Università di Genova, sua città natale, la laurea honoris causa in Architettura.

Dopo l’allestimento nel 2000 delle mostre Emanuele Luzzati. Viaggio nel Mondo Ebraico al Palazzo della Triennale di Milano e Luzzati-Rodari al Palazzo delle Esposizioni a Roma, l’artista fu nominato dal Presidente Ciampi Grande Ufficiale della Repubblica.

A 86 anni, Emanuele Luzzati morì a Genova il 26 gennaio 2007, nella casa dove aveva vissuto per tutta la vita.

Entrando e percorrendo le vie del Borgo Medievale si vedranno da sagome illuminate e disposte tra portici e cortili che conducono verso la Piazza del Melograno dove si trova l’allestimento generale dell’opera, composto da 90 sagome in legno dipinte, che unisce i classici protagonisti della tradizione natalizia cristiana con i magici personaggi delle fiabe per bambini per ricreare un’atmosfera incantata.

Il Presepe di Luzzati è sicuramente da non perdere non solo per il bellissimo impatto scenico dato non solo dalle sagome magistralmente eseguite e dalle luci che le accompagnano, ma anche per la bellissima location del Borgo Medievale dove è ospitato.

Seguici su Facebook

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.