Collegno Campo Largo 2016

campo largo 2016 1Il 16 novembre alla Lavanderia a Vapore di Collegno alle 21 si terrà la serata conclusiva di Campo Largo 2016, la Residenza sui Linguaggi della videodanza a cura di Coorpi realizzata in collaborazione con i partner Casa *Marziano(Berlino) ed Experimental Film Virginia (USA).

Sarà una serata alla scoperta, in anteprima assoluta, dei 6 cortometraggi di videodanza realizzati dagli artisti Davide Calvaresi (Ascoli Piceno) Micron, Rubiana (TO); Ilaria Quaglia Collettivo Superbudda (Torino), Francesco Trombetti (Bologna), Vittorio Campanella con Emanuele Piras (Torino) e Simona Lisi (Ancona).

Gli spettatori, scaricando una speciale App, potranno personalizzare la visita alla scoperta dei lavori dei 6 artisti che hanno partecipato alla Residenza Campo Largo.

All’interno del periodo di residenza, dal 30 ottobre al 16 novembre, c’è anche Campo Largo Talks, un ciclo d’incontri dedicato alla riflessione sui nuovi confini delle narrazioni visive.

Sabato 12 novembre alle 18 Davide Ferrario (regista) e Gherardo Gossi (direttore della fotografia) racconteranno i loro punti di vista su cinema e danza.

Campo Largo è la prima residenza artistica nazionale dedicata alla videodanza, un incubatore creativo cross mediale, luogo d’incontro, ricerca e sperimentazione tra linguaggi ibridi all’incrocio tra danza, video, sound design, performance site specific e storytelling territoriale, mirata alla produzione di opere multimediali.

Ma Campo Largo è anche una residenza virtuale su piattaforma web, capace d’includere e coinvolgere nuovi pubblici, soprattutto giovani, rinnovando i formati convenzionali di fruizione delle opere di videodanza e integrandoli con nuovi formati derivanti dall'uso di tecnologie digitali.

A giugno 2016 Coorpi ha aperto una call per la proposta di progetti di video danza e sono stati 37 i progetti pervenuti da ogni regione, che hanno fatto capire un forte interesse per la produzione di videodanza in Italia e in genere per la ricerca e la sperimentazione cross mediale.

Dal 30 ottobre gli artisti in residenza, affiancati da tutor, sono accompagnati attraverso ogni fase della produzione di 6 cortometraggi di danza.

I tutor della residenza 2016 sono Matteo Graziano,  regista, coreografo e artista cross-mediale e Renata Sheppard, artista, studiosa e curatrice trans-nazionale. 

I film sono ambientati in alcuni luoghi significativi e simbolici dell’Area metropolitana della Città di Torino e della Regione Piemonte e realizzati interamente in 18 intensi giorni di lavoro.

Le opere prodotte, oltre alla presentazione durante la Rough Cut Screening Night, saranno presentate presso il cinema Massimo di Torino, grazie alla collaborazione con il Museo Nazionale del Cinema, per l'edizione 2017 del Piemonte Movie Local Film Festival, nel contesto della Italian Performance Platform del Festival IperCorpo di Forlì a maggio 2017, e attraverso il circuito internazionale del progetto 13 festival su 12 Paesi.

Pin It

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.