Mito Settembre Musica 2016

mito 2016 1Dal 2 al 22 settembre torna, tra Torino e Milano, il festival MITO Settembre Musica, che festeggia i suoi 10 anni, con la nuova presidente Anna Gastel e la nuova direzione artistica di Nicola Campogrande per dare a cittadini e turisti un’esperienza musicale di altissima qualità.

“Nel ripensare MITO SettembreMusica e volendo dedicare la manifestazione interamente alla musica classica” dice il direttore artistico Nicola Campogrande “ho tenuto presente due gruppi di ascoltatori: gli habitué e quelli che non hanno mai messo piede in una sala da concerto. A entrambi ho voluto proporre qualcosa d’inusuale, che rinnovasse il piacere dell’ascolto per chi già frequenta i concerti e, al tempo stesso, abbattesse ogni barriera per chi non è abituato a farlo. Così ho immaginato un festival tematico, nel quale ogni appuntamento è costruito ad hoc e proposto a un pubblico cui si chiede, in alcuni casi, di essere protagonista attivo. Per il 2016 il tema sarà Padri e figli: mi sembra si adatti bene a una manifestazione che ha una lunga storia alle spalle ma si sta aprendo al nuovo. E penso che la stessa apertura stia avvenendo all’intero universo della musica classica: amiamo il grande repertorio del passato ma abbiamo voglia di ascoltarlo in modo inedito, fresco, arricchito dalla più bella musica degli autori viventi”.

Ognuno dei 160 concerti in programma avrà un’introduzione all’ascolto con lo scopo di offrire un’esperienza musicale inedita per coinvolgere il pubblico offrendogli il piacere di una comprensione più profonda.

Saranno Stefano Catucci a Torino, dal 2 settembre al Teatro Regio, e Gaia Varon a Milano, dal giorno successivo alla Scala, a presentare ogni concerto in cartellone

La serata d’apertura sarà affidata alla London Symphony Orchestra e avrà come protagonista Gianandrea Noseda, recentemente nominato Direttore ospite principale della prestigiosa compagine inglese, per Debussy recasted, dedicato alla figura del compositore francese, con brani come La mer e la prima esecuzione italiana di cinque dei suoi Préludes per pianoforte, appena trascritti per orchestra dal compositore greco Nikos Christodoulou e alla Seconda Sinfonia di Rachmaninov, nata negli stessi anni.

mito 2016 2Il primo appuntamento del cartellone dedicato agli ascoltatori più giovani sarà spettacolo intitolato Glimp, in programma il 3 settembre a Milano e il 4 a Torino, appositamente in Olanda pensato per i bambini tra i 2 e i 4 anni, con un mondo astratto e magico, nel quale musica, immagini e tecnologia si uniscono, ideato dall’Oorkaan Ensemble.

Il pubblico di tutte le età prenderà parte a MITO Open Singing, il 10 settembre a Milano e il giorno successivo a Torino, un evento con il pubblico parte attiva della performance, dove trenta cori provenienti da tutta Italia, per un totale di oltre mille cantori, si esibiranno in diverse zone del tessuto urbano, sotto la guida del direttore Michael Gohl e il sostegno del Coro Giovanile Italiano.

Il programma del festival vedrà anche composizioni nuove nel repertorio barocco, improvvisazioni tra Schubert e Schumann, mentre Richard Strauss lascerà spazio alle colonne sonore di Hollywood e al repertorio della musica moderna.

Inoltre i prezzi, per la prima volta, saranno gli stessi sia a Torino, che a Milano, e rimaranno particolarmente contenuti, con i concerti pomeridiani proposti a 5 euro, e sempre a 5 euro costeranno tutti i concerti per bambini e ragazzi sotto i quattordici anni, mentre i concerti serali andranno da 10 a 30 euro e quelli nelle zone non centrali delle città sono gratuiti.

Le città di Torino e Milano dedicheranno l’edizione 2016 di MITO a Giorgio Balmas, ideatore di SettembreMusica, nel decimo anniversario della sua scomparsa.

Pin It

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.