• Home
  • EVENTI
  • Chivasso Festa patronale del Beato Angelo Carletti 2016

Chivasso Festa patronale del Beato Angelo Carletti 2016

chivasso fiera beato 1Come tutti gli anni, l'ultimo mercoledì di agosto a Chivasso, in provincia di Torino, ci sarà la festa patronale del Beato Angelo Carletti, con la fiera agricola e tanti eventi in calendario per il 30 e 31 agosto.

Martedì 30 agosto alle 20, al Parco del Mauriziano, verrà proposta l'anteprima della Fiera con serata danzante e il Gran Ristoro, mentre mercoledì 31 agosto dalle 8 alle 18 ci sarà il Gran mercato tra le vie del centro storico e al parco del Mauriziano comincerà la Fiera agricola con esposizione di macchinari, animali di allevamento pregiati, auto e moto.

Dalle 20 saranno in scena i Borghi in Piazza 2016, per una serata gastronomica e musicale in compagnia dei borghi e delle frazioni chivassesi e alle 21 nel cortile del Palazzo Municipale è prevista una serata Latino Americana con l’esibizione acrobatica.

Angelo Carletti nacque nel 1411 a Chivasso, membro dell’antica e nobile famiglia Carletti.

Dopo aver studiato a Bologna, uno dei centri culturali più importanti d’Europa, per la laurea in Diritto Canonico e Civile e in Teologia, Carletti a Chivasso esercitò la professione di avvocato e fu un membro della Corte di Giustizia.

chivasso fiera beato 2A trentatré anni, morti i genitori, Angelo lasciò la sua professione per scegliere la povertà francescana ed entrò nel Convento di Santa Maria del Monte a Genova, appartenente all’Osservanza di San Bernardino da Siena.

Il giovane frate visse per vent’anni a Genova insegnando teologia ai novizi e promuovendo la costruzione in città e a Savona dei Monti di Pietà per combattere il drammatico problema dell’usura.

Colto, umile, mansueto, paziente, dalle maniere cortesi, Carletti nel 1464 fu eletto Vicario Provinciale, poi nel Capitolo di Mantova del 1467 fu nominato Commissario, con Padre Pietro da Napoli, per la grande Provincia francescana di Germania e nel 1472 all’Aquila ricevette l’incarico di Vicario Generale degli Osservanti.

Dopo aver fondato i monasteri di Saluzzo, Mondovì e Pinerolo, il beato venne rieletto Vicario Generale a Pavia nel 1478, per poi viaggiare per l’Italia, spesso a piedi, visitando i conventi, controllando l’osservanza della Regola ed eventualmente risolvere problemi e questioni. 

Colmo di onori e successi, Angelo Carletti morì l’11 aprile 1495 nel convento di San Antonio di Cuneo, dove si era ritirato a ottant’anni.

Nel 1625 furono istruiti i primi Processi per la beatificazione, nel 1681 venne proclamato Patrono di Cuneo e nel 1753 Benedetto XIV lo beatificò, con la sua memoria liturgica prima venerata il 12 aprile, poi verso la fine di agosto. 

Pin It

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.