Visitare i sotterranei di Torino

torino sotteranea 1Oltre alla Torino conosciuta dai turisti, ricca d’importanti musei, chiese, piazze, giardini, è possibile andare alla scoperta anche di un’altra, che a 15 metri di profondità nasconde non solo misteri, ma anche curiosità, aneddoti e storie affascinanti.

E il Tour Torino Sotterranea dà la possibilità di conoscere la città da una prospettiva originale, quella sotto le strade, le piazze e i tanti luoghi misteriosi di questa millenaria città, ricca di episodi meno conosciuti, ma altrettanto interessanti.

Si parte dal Museo civico Pietro Micca, dove, con torce, ci si cala in quelle che erano le gallerie volute da Emanuele Filiberto di Savoia e scavate agli inizi del XVIII secolo per contrastare l'assalto francese.

Quattordici chilometri di gallerie si trovano a più livelli, a una profondità di 6 e 14 metri e sono cunicoli stretti e umidi, dove i soldati si rifugiavano per attaccare il nemico, usati anche come serbatoio per la polvere da sparo, come un cannone sotterraneo pronto a esplodere all'arrivo del nemico.

E fu in uno di questi cunicoli che Pietro Micca, soldato dell'epoca, trovò la morte, a causa du un'esplosione che doveva contrastare un attacco francese.

Durante la Seconda Guerra Mondiale i cunicoli furono usati come rifugi antiaerei, per scampare ai bombardamenti avversari, anche se il buio regnava sovrano, tranne che per alcune lanterne poste qua e là, così come l'umidità, che era evitata in alcuni tratti attraverso pozzi di aerazione.

Ma la Torino sotterranea non è solo quella delle gallerie anti-mina, come vengono soprannominate quelle che si dispiegano attorno alla Cittadella, è anche quella degli infernotti, strette gallerie usate inizialmente come deposito per lo stoccaggio di alimenti e che collegano, nel sottosuolo, molti palazzi e chiese della Città.

Anche queste gallerie furono usate come rifugi anti-aerei, poiché per molti stranieri erano l'unico modo di raggiungere le chiese torinesi dove era possibile chiedere il diritto d'asilo.

Ci sono anche le enormi ghiacciaie situate nel sottosuolo vicino a Porta Palazzo, veri e propri imbuti sotterranei che contenevano quantità di ghiaccio davvero impressionante.

I tour sono previsti venerdì e sabato alle 20.30, durano 3 ore e costano 28 euro a persona, oltre ad essere disponibili anche in inglese, su richiesta e allo stesso prezzo, oppure in francese, giapponese, russo, spagnolo e tedesco, con l’aggiunta di un supplemento.

Pin It

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.