Chivasso Foto per il Canale Cavour

canale cavour 2Dal 9 aprile al 5 giugno, presso le sale del Palazzo Einaudi, a Chivasso, si potrà visitare la mostra fotografica della giornalista e fotografa Irene Cabiati Il Canale Cavour - 150 anni di benessere. 

L’esposizione è curata, per il 150esimo anniversario dell’inaugurazione del Canale Cavour, dal Museo Regionale di Scienze Naturali di Torino in collaborazione con la Città di Chivasso. 

“L’idea di portare in mostra le mie fotografie” spiega Irene Cabiati “è legata al mio mestiere di giornalista: ho scoperto meraviglie che molti ignorano pur vivendo a pochi chilometri dal Canale e ho deciso di raccontarle con l’umiltà di chi entra in un territorio sconosciuto e ne apprezza le peculiarità. Mi ha colpito la grandiosità di quest’opera idraulica, il sistema irriguo che con la sua rete fittissima può portare acqua in ogni campo nella dose giusta, al momento giusto per poi restituirla, in buona parte, ai fiumi o alle falde sotterranee. A differenza di molti manufatti, spesso in contrasto con il paesaggio, il Canale e i suoi fratelli, valorizzano il territorio, lo dipingono di stagione in stagione, offrendo scenari in costante mutamento: dallo specchio delle risaie allagate, ai parchi naturali, fino allo spettacolo dei campi dorati di riso. E poi c’è un’altra funzione importante. Una volta, l’acqua dei canali azionava i mulini, oggi alimenta piccole centrali idroelettriche. Senza dimenticare il suo valore architettonico e storico come attrazione turistica”.

La mostra, che sarà aperta a ingresso libero, sarà anche un omaggio ai 14 mila uomini che, in soli tre anni, dal 1863 al 1866, tramite un duro lavoro e la forza della speranza, portarono a termine lo scavo di 86 chilometri con le opere sussidiarie, in un’Italia che da poco era diventata unita e che era alla difficile ricerca di una sua precisa identità storica e politica.

Il reportage fotografico di Irene Cabiati, documentato dal catalogo della mostra, racconterà per immagini il percorso del Canale nella piana delle risaie, ne illustrerà le caratteristiche ingegneristiche, la storia e il profondo legame con il territorio ed è corredato da immagini storiche, riproduzioni dei disegni originali e documenti che sono stati messi a disposizione dalle Associazioni di Irrigazione Est Sesia di Novara e Ovest Sesia di Vercelli, che oggi gestiscono il vasto comprensorio irriguo del Canale Cavour su concessione della Regione Piemonte. 

L'esposizione, formata da un centinaio di fotografie, si snoderà in quattro sezioni principali che seguono il percorso del Canale Cavour e come riferimento usano gli incroci con altre vie d'acqua con cui il Canale interferisce, Dal Po alla Dora Baltea, Dalla Dora al Naviglio di Ivrea, Dal Naviglio di Ivrea al Sesia e Dal Sesia al Ticino.

La mostra è aperta dalle 15 alle 19 e nelle giornate festive dalle 10 alle 12 e dalle 15 alle 19. 

Seguici su Facebook

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.