Occident Express a Torino

occident express 2Dal 5 al 6 gennaio, presso il Teatro Gobetti di Torino, ci sarà lo spettacolo Occident Express, ideato dal romeno Matéi Visniec.

Tutta l’opera di Matéi Visniec parte dall’idea di Kataplixi, parola greca che significa “meraviglia, stupore, fantasia”, portando il pubblico in un mondo sempre in bilico tra arte e vita vera.

La stessa nostalgica attesa conduce gli spettatori ai finestrini delle carrozze di un insolito treno, come se il mitico Orient Express, il mezzo di trasporto simbolo del lusso occidentale, facesse un’inversione di rotta e iniziasse a viaggiare in senso contrario, in questo caso che cosa si vedrebbe scrutando il mondo dai finestrini delle sue carrozze?

C’è nello spettacolo un caleidoscopio di storie, quelle di un popolo, come gli abitanti o ex abitanti dell’Est Europa, che cerca il mitico Occidente per dimenticare il proprio passato.
E ogni stazione presso cui il treno si ferma, è un’occasione per vedere attraverso il vetro del finestrino, la vita di personaggi che la lingua poetica del giornalista drammaturgo Matéi Visniec cerca di dipingere e sublimare soprattutto se pensiamo che il testo è nato dal confronto con le storie vere che l’autore e gli interpreti hanno raccolto durante un lungo laboratorio tenutosi con la comunità romena di Torino, storie contraddittorie, di tenerezza, di sconfitta e di speranza dove la ricerca di una nuova identità è l’afflato principale.

Ma, come quando capita vedendo il mondo attraverso lo spazio ristretto di un finestrino, allo spettatore è permesso di conoscere un piccolo pezzo delle vite dei personaggi, che si susseguono nello spettacolo come una serie di tableaux vivants o bagagli di cui il treno si carica a ogni fermata, con il sentimento di un passato che sta svanendo.

Pin It

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.