Movement music festival 2015

movement torino music 1Dal 24 ottobre al 1 novembre torna a Torino con la sua decima edizione il Movement Torino music festival, che condurrà nel capoluogo piemontese alcuni dei migliori dj internazionali della scena per un'esplorazione a 360 gradi della musica elettronica.

Due sono gli eventi più importanti della manifestazione: il 27 ottobre nella suggestiva cornice del Conservatorio Giuseppe Verdi, con la partecipazione del Red Bull Music Academy, ci sarà Classical meets Contemporary un live degli Elektro Guzzi, il trio composto da Bernhard Hammer, Jakob Schneidewind e Bernhard Breuer che usa basso, chitarra e batteria per la musica minimal-techno di Detroit, mentre il 31 ottobre al Lingotto Fiere Movement terrà la festa per i dieci anni, con 12 ore di musica, 5 palchi e più di 40 dj. 

Alcuni dei nomi più attesi sono gli artisti dell'etichetta di culto Innervision: l'irlandese Mano le Though con un sound tra modern disco, house e techno, ÂME DJ e le Detroit Techno, tra deep house, soul e funk, il notissimo dj Dixon, che usa suoni orientali e tribali vicino alla moderna elettronica Henrik Schwarz e Sandrino.

Altri dj notissimi sono quelli di The House That Chicago Built, capitanati da Lil' Louis, produttore e dj pioniere della Chicago House, il portoricano DJ Sneak, punto di riferimento del movimento house di Chicago, Derrick May e Kevin Saunderson, che sono stati con Juan Atkins gli inventori della Techno.

Tra gli europei ci saranno l'inglese Alan Fitzpatrick, che ha inciso per molte etichette importanti come Drumcode, Figure, Bedrock, 8 Sided Dice, Sleaze, Chris Liebing, uno dei dj tedeschi più noti in Italia, l’enfant prodige di Livorno Ilario Alicante e i Tale of Us, duo di produttori che vive a Berlino.

Ci saranno anche dj donne come il talento emergente ucraino Nastia, la star siberiana Nina Kraviz e l’italiana Carola Pisaturo.

Inoltre grazie a Movement Ticketing System, ci sarà un facile accesso alle informazioni, pacchetti ticket+hotel a prezzi accessibili e un sistema di acquisto di biglietti molto più semplice del solito.

La collaborazione con importanti istituzioni culturali quali il Conservatorio Giuseppe Verdi di Torino, il Politecnico, il Museo del Risparmio, il Museo Ettore Fico e il Temporary Museum del BasicVillage permetterà incontri, seminari e approfondimenti nel contesto del programma del festival e il progetto Movement Mobility & Hospitality System, che da una nuova ricezione e mobilità intelligente degli ospiti, come nello scalo all'Aeroporto di Torino e negli hotel del territorio, darà una nuova possibilità a chi ama, oltre alla buona musica, visitare i monumenti e la cultura di Torino. 

Pin It

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.