A Torino Estovest 2015

estovest 1

Dal 10 ottobre al 22 novembre arriva a Torino la nuova edizione di Estovest Festival, che da 14 edizioni è alla continua ricerca di linguaggi e culture musicali extra europee e non, con punti d'osservazione distinti e nuove domande, ma non le risposte, che possono essere apprese solo continuando a viaggiare, anche se si vive in una grande città.

Il tema dell’edizione 2015 è Volti e Maschere, che con la musica argentina di oggi, i compositori russi contemporanei, violini e violoncelli di grande virtuosismo e musicisti provenienti da Asia, Americhe, Europa e Africa condurranno in un lungo itinerario alla scoperta delle radici della musica di oggi, sempre guardando al presente, tramite le manifestazioni più diverse di una stessa comunità, tutte derivate dalla stessa pianta.

Alle radici e alle sue possibili attribuzioni di senso saranno dedicati quattordici concerti, di cui uno è una prima mondiale, sei progetti, che vedranno coinvolti ospiti da tutto il mondo, quattro città del Piemonte, Torino, Genova, Cuneo e Caraglio, coinvolte nella manifestazione e quindici artisti, tra cui il pianista Gianluca Cascioli, solista per note orchestre europee e americane, Kai Gleusteen, violinista noto per l’eleganza e il potere evocativo delle sue esecuzioni, il notissimo danzatore e coreografo Daniele Ninarello, un nuovo talento della danza italiana, il musicista Miguel Acosta, sensibile interprete della canzone latino americana, l'Ensemble Turchese e il quartetto dello Xenia Ensemble, uno dei punti di riferimento del repertorio cameristico degli ultimi anni.

Le novità di quest'anno sono Estovest Off, con un museo, una libreria e una farmacia per usarle come location insolite per alcuni dei concerti in programma, e Around Estovest, in cui si potrà discutere del bello, dell'Argentina e di danza grazie a storici, linguisti e filosofi.

Seguici su Facebook

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.