Claude Monet alla GAM di Torino

monet 1Dal 2 ottobre al 31 gennaio 2016, presso la GAM di Torino, al numero 31 di Via Magenta, ci sarà una mostra di ben quaranta capolavori di Claude Monet, uno dei pittori più noti della grande stagione dell’Impressionismo francese, dagli anni Ottanta dell’Ottocento fino alla prima metà del Novecento, curata da Xavier Rey, Conservatore presso il Musée d’Orsay e specialista di Monet, e Virginia Bertone, Conservatrice della GAM di Torino.

Le opere arrivano dal Musée d’Orsay, il museo di Parigi che da sempre ospita la collezione più importante sull’opera dell’artista, e raccontano i momenti più significativi dell’arte e della vita di Monet, dagli esordi fino a quando s’impose in tutto il mondo come il padre dell'Impressionismo. 

Nel corso della mostra ci potranno ammirare alcune opere mai esposte in Italia, come Le déjeuner sur l’herbe, che oltre ad essere fondamentale per il lavoro di Monet, fu tela capitale dell'Impressionismo francese ed europeo e una dei primi lavori della pittura en plein air.

Altri dipinti della mostra sono Essai de figure en plein air Femme à l’ombrelle tournée vers droite, La rue Montergueil, à Paris. Fête du 30 juin 1878, Les villas à Bordighera e Bateaux de plaisance, collocata vicino a Entrée du village de Voisins di Camille Pissaro e L’ile Saint-Denis di Alfred Sisley.

Tra i lavori del Monet maturo ci sono Le portail, temps gris e Le portail et la tour Saint-Romain, plein soleil, sulla Cattedrale di Rouen e Londres, le Parlement.

La mostra sarà aperta dal martedì alla domenica dalle 10 alle 18 e chiusa il lunedì.

Come arrivare alla GAM

Si possono usare il Metro1, fermate Vinzaglio e Re Umberto oppure Bus: 5/ , 14, 14/, 33, 33/, 52, 64, 68; Tram: 9, 15, mentre la stazione ferroviaria più vicina è Torino Porta Nuova, da dove si deve prendere il tram 9 verso Stampalia o l’autobus 68 verso Frejus per 2 fermate fino a scendere alla fermata Ferraris.

Pin It

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.