Torino Danza 2015


torino danza 1Torino rende omaggio all’arte della danza con un fitto programma di rappresentazioni, così diverse tra loro, da rendere l’appuntamento interessante per tutti.

Dal 9 settembre al 4 novembre torna a Torino, con 26 rappresentazioni, con cinque prime nazionali e sette coproduzioni, proposti da 15 compagnie di 7 diverse nazioni, l’edizione 2015 di Torino Danza Festival, che nel suo calendario proporrà non solo la danza classica, ma anche quella contemporanea, fino ad arrivare alle più recenti sperimentazioni in 3D degli ultimi anni.

Ad aprire il Festival sarà la coppia Michèle Anne De Mey e Jaco Van Dormael, che presso le Fonderie Limone di Moncalieri, dal 9 al 13 settembre, proporrà lo spettacolo Kiss & Cry, tra cinema e danza, mentre subito dopo, sempre alle fonderie, l’11 e il 12 settembre, ci sarà la prima nazionale del balletto Gone in a heartbeat, ideato dalla belga Louise Vanneste, sul tema del corpo e dello spazio e tempo.

Il 19 settembre, nel Teatro Regio, tornerà in Italia il capolavoro di Sasha Waltz Impromptus, tra danza, teatro e musica classica, mentre alle Fonderie Limone il 22 settembre ci sarà Aterballetto, ideato da Michele Di Stefano e Andonis Foniadakis, cui seguirà E-Ink, balletto sul linguaggio e sulla scrittura, Upper-East-Side, sul luogo e su cosa sono davvero, e infine Antitesi, dove Foniadakis proporrà nuovi passaggi musicali per il mondo della danza.

Nelle Fonderie Limone il 25 e il 26 settembre ritornerà Alain Platel con il progetto En avant, marche!, ideato in collaborazione con il regista e sceneggiatore Frank Van Laecke, mentre il 29 settembre ci sarà la prima dello spettacolo fiabesco di Fanny de Chaillé Chut e il 2 e il 3 ottobre c’è l’acclamato Il n’est pas encore minuit… 

Presso la Lavanderia a Vapore il progetto RIC.CI proporrà il 7 ottobre lo spettacolo del 1983 fra teatro e danza Pupilla, oltre alla prima L.A.N.D. Where is my love di Daniele Ninarello ,mentre il 13 ottobre gli alunni del corso di teatrodanza della Civica Scuola di Teatro “Paolo Grassi” riproporranno lo spettacolo del 1997 Uccidiamo il chiaro di luna.

Mentre alle Fonderie Limone dal 16 al 18 ottobre il Centro Internazionale di Studi Primo Levi con il collettivo olandese Hotel Modern, proporrà Kamp, sul tema dell’Olocausto, il 20 ottobre nelle Fonderie di Moncalieri il coreografo e docente universitario Leonardo Cuello presenterà Colección Tango, tra danza e fusion.

Il 24 e il 25 ottobre presso le Fonderie Limone ci sarà Aurora, l’epilogo della trilogia di Alessandro Sciarroni, mentre il 28 e 29 ottobre verrà proposto Pixel, di Mourad Merzouki, con gli effetti 3D di Adrien Mondot e Claire Bardainne della Compagnia BCMA e il 3 e il 4 novembre avrà luogo lo spettacolo conclusivo Reflections, Hearts & Arrows della L.A. Dance Project, il direttore del Balletto dell’Opéra di Parigi, Benjamin Millepied. 

Pin It

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.