• Home
  • CRONACA
  • Tragedia Superga, 4 maggio 1949: 66 anniversario

Tragedia Superga, 4 maggio 1949: 66 anniversario

grandeTorino.jpgGrande Torino, 66 anni senza i grandi eroi, ma non senza ricordi e tifosi. Tutti a Superga, ad onorare e ricordare coloro che diventarono prima mito e poi leggenda. Tutti  pronti a salire, anche a piedi e sfidare, se necessario anche la pioggia. Quest'anno, che il Toro è riuscito in tante imprese, ultima, vincere anche il derby, dopo vent'anni, sarà ancora più melanconico, ritrovare quel momento in cui la storia e il tempo si fermò. Erano le 17, di un pomeriggio di maggio, in cui l'aereo del Torino, tornava a casa dopo la trasferta di Lisbona. E invece, capitò quello che nessuno avrebbe mai voluto, e per chissà quale maledetto errore, passò da Superga e tra lo stupore di tutti, si fermò, per sempre, là, a due passi dalla Basilica, per non rialzarsi mai più. Un rumore sordo, poi il silenzio, lo schianto. Erano le 17,05, e poco dopo, tutti capirono che cosa era successo. Il Torino era caduto. La città intera pianse e tutta l'Italia. A distanza, di anni, tifosi e non, ricordano e sanno cosa voleva dire quella squadra che aveva vinto tutto, che era amata da tutti, che un maledetto pomeriggio di maggio si era fermata per sempre, là in quel angolino tra le nuvole. L'anno scorso in migliaia, come sempre, a salire, a rendere omaggio, a portare un fiore,una sciarpa, a ricordare, anche per le nuove generazioni. Quest'anno, sarà aperto anche il Museo del Grande Torino, con una mostra speciale, proprio fino al 4 maggio. E pioverà, forse, anche questo 4 maggio.

Pin It

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.