• Home

Torino, nuovi permessi ZTL: aboliti permessi viola, argento e rosso

torino ztlAboliti i permessi Viola, Argento e Rosso, -15% di autorizzati,  + 30% di velocità commerciale dei mezzi pubblici ed un solo tipo di permesso

La Delibera rivede complessivamente la disciplina per avere diritto al permesso di transito in area ZTL.
Poiché la ZTL Centrale, attiva nei giorni feriali (escluso il sabato) dalle 7.30 alle 10.30, è stata regolamentata nel 1994 fatto salvo alcuni parziali aggiustamenti successivi, si è ritenuto opportuno modernizzare la disciplina adattandola alle esigenze attuali e con l'obiettivo di razionalizzare il numero dei permessi, uniformare le diverse tipologie di titoli in un unico documento, e facilitare i cittadini e gli uffici nella gestione delle pratiche.
Inoltre, poiché negli ultimi anni sono stati realizzati numerosi interventi di pedonalizzazione che hanno riqualificato le piazze auliche di Torino quali piazza San Carlo- Castello - Vittorio Veneto - IV Marzo e le vie Carlo Alberto/Lagrange, con significative ricadute positive sul territorio, si è intervenuto per vietare gli accessi veicolari in tale aree così da favorire maggiormente la restituzione degli spazi alla pedonalità.

E' stato firmato un Protocollo d'intesa tra Comune di Torino - Camera di Commercio e Associazioni di categoria, per la logistica e la razionalizzazione della distribuzione urbana delle merci nell'area centrale; tale protocollo, che si inserisce nel progetto europeo pilota "Pumas" definirà un sistema di trasporto merci coerente, integrato con il contesto attuale e maggiormente sostenibile.

Si è deciso di adottare  misure che garantiscano il  regolare svolgimento delle attività di servizio pubblico garantendo migliori tempi di percorrenza del Trasporto Pubblico Locale nelle vie e corsie riservate. Nello specifico, la nuova disciplina si pone come obiettivo una riduzione del 15% di autovetture in circolazione nella ZTL Centrale ed un incremento medio della velocità commerciale del trasporto pubblico del 30%.
Sono stati aboliti gli attuali permessi Viola e Argento e Rosso ed è stato istituito un nuovo permesso BLU,  che consentirà il transito nella ZTL Centrale ordinaria escluse le vie e corsie riservate al Trasporto Pubblico, le aree pedonali e le aree verdi chiuse al traffico veicolare; potranno continuare a  transitare in vie e corsie riservate solo le pochissime categorie preventivamente autorizzate e che, in merito all'attività svolta, possano testimoniare la necessità di fornitura giornaliera di prodotti deperibili, in sedi collocate nelle vie/corsie stesse.
In merito alla richiesta dei permessi vengono inoltre introdotti nuovi parametri d'accesso quali, ad esempio, la categoria di appartenenza, il numero dei dipendenti della propria attività, il numero dei clienti, il numero di veicoli utilizzati e soprattutto la congruità dei veicoli rispetto all'attività svolta e la reale necessità di transito nell'orario di vigenza della ZTL.
Viene sancita una nuova disposizione che prevede la verifica della regolare copertura assicurativa dei mezzi da autorizzare al transito in ZTL, autocertificazione che il veicolo non sia sottoposto a fermo amministrativo per irregolarità fiscali e modalità di controllo sulla conformità di revisione dei mezzi in base alle normative vigenti.

Rimangono invece inalterati alcuni parametri di accesso esistenti quali: il rilascio avviene solo per veicoli con classe di omologazione pari o superiore all'Euro 3 o alimentati a gas metano o GPL o elettrici mono o bifuel, anche trasformati successivamente all'immatricolazione, con le prerogative loro correlate e i veicoli ibridi elettrici o full-elettric come da delibere precedenti.

Inoltre, come già in passato, ad ogni persona fisica può essere concesso un solo permesso (collegato ad un'auto) di circolazione e il possesso di un permesso consente il transito, con le specificità indicate sul retro, unicamente nell'area della ZTL e non prevede autorizzazioni al di fuori della stessa.

Considerato l'aumento di richieste di inserimenti di targhe di nazionalità estera, il rilascio dei permessi viene vincolato alla re-immatricolazione del veicolo sul territorio nazionale ed alla corrispondenza della proprietà del mezzo rispetto al richiedente con attestazione di residenza sul territorio nazionale al fine di poter procedere ad eventuali accertamenti e notifiche.

Infine, viene istituito un nuovo permesso "Cantiere" valido per i mezzi da lavoro pertinenti all'attività svolta, impegnati in loco e valido per la durata del cantiere stesso (validità max 1 anno - rinnovabile) il cui costo viene stabilito in 50 euro/anno.
ATTENZIONE: la disciplina NON RIGUARDA i permessi RESIDENTI che rimangono invariati 

Seguici su Facebook

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.