Il dolore dei francesi è il nostro dolore

In piazza Castello centinaia di manifestanti sono intervenuti al presidio di solidarietà per la strage del settimanale satirico francese Charlie Hebdo, nella quale hanno perso la vita 12 persone.

Sotto il Gonfalone della Città di Torino presenti anche il sindaco Piero Fassino e il presidente della Regione Sergio Chiamparino.

“I profondi legami storici e culturali che da sempre legano la storia di Torino alla Francia, ci fanno sentire in queste ore il dolore dei francesi come un nostro dolore. Siamo vicini alle famiglie delle vittime, al popolo francese e alle sue istituzioni in queste ore buie di sofferenza e di rabbia.
Libertà, democrazia, uguaglianza, rispetto delle persone e della loro identità sono valori irrinunciabili che devono essere riconosciuti e rispettati sotto ogni cielo e in ogni terra. Per questo ci sentiamo impegnati a contrastare ogni forma di violenza, di intimidazione, di sopruso e di intolleranza”.

Con queste parole il Sindaco di Torino Piero Fassino ha espresso il proprio cordoglio e quello della Città al Console Generale di Francia Madame Edith Ravaux. In segno di lutto Palazzo Civico ha esposto le bandiere a mezz’asta di Italia e Francia.

Seguici su Facebook

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.