Scoiattoli avvelenati a Mirafiori sud

scoiattoliSembra incredibile, eppure è accaduto di nuovo. Prima il caso dei cani avvelenati dalle polpette killer,di Corso Taranto, via Isonzo,Italia 61 tra Pellerina, San Paolo e Lingotto, ora, i bocconi sospetti, nella zona di Mirafiori sud, in cui  il nuovo bersaglio sono gli scoiattoli. Quello che, probabilmente, secondo molti, è un maniaco che, da settimane, ormai, si diverte a spargere bocconi mortali agli innocenti scoiattoli e piccioni di via Nergaville che, ignari, hanno ovviamente mangiato molliche di pane avvelenate. Chi da tempo ha condannato  questi tragici e orribili episodi e ha deciso di farsi sentire  è la Lida della sezione di Torino.

La Lida chiede l'intervento del  Comune per fermare una mattanzabocconiveleno

Il grido di allarme è della Lida, che chiede l'intervento del Comune, per fare fronte a quella che, ormai, sembra una e vera propria calamità, una strage non casuale. Sembra  incredibile pensare che qualcuno possa prendere di mira degli esseri così innocui e delicati come  gli scoiattoli. Portavoce è il presidente  della sezione Lida di Torino, Ruben Venturini che chiede aiuto a tutti, cittadini residenti, ma anche il Comune di Torino. Ma sembra che gli scoiattoli siano solo gli ultimi in ordine di sparizione, visto che prima di accanirsi contro di loro, qualcuno ha seminato morte anche per i gatti della colonia felina nei pressi di Via Monte Sei Busi,sempre nella stessa zona, e senza dimenticare anche i casi dei cani avvelenati nelle parchi e nelle aree riservate ai cani. Subito dopo la Lida si è mossa con dei volantini per informare i residenti, ma non hanno dato risultati. A questo punto, occorre sicuramente un intervento più deciso, con il Comune che si faccia carico di stampare cartelli con avvisi o con maggiore sorveglianza. Si chiede anche la collaborazione della cittadinanza residente in zona per avvisare le autorità in caso di notizie utili per gettare luce sui colpevoli e porre fine a questi episodi.

Seguici su Facebook

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.