• Home
  • CRONACA
  • Torino, Gtt aumenta i controlli sui mezzi, dal 9 giugno

Torino, Gtt aumenta i controlli sui mezzi, dal 9 giugno

GTT.jpgTempi duri per tutti coloro che hanno la tentazione di viaggiare gratis sui mezzi pubblici. Non ci sarà più scampo, infatti, per chi è senza biglietto, con i nuovi provvedimenti che ha deciso di prendere Gtt, per evitare oltre al mancato pagamento del biglietto sui mezzi pubblici, anche situazioni di pericolo per i controllori che ci lavorano su bus e tram, quotidianamente. A partire da lunedì 9 giugno, infatti, dopo anche alcuni eclatanti casi di violenza al personale Gtt, registrati anche in tempi recenti, come l'episodio dell'aggressore che ha provato a mordere l'orecchio di un controllore, e i tanti trasgressori,il Gruppo Torinese Trasporti ha deciso di adottare una nuova strategia, intensificando i controlli dei documenti di viaggio.

In arrivo le squadre di controllo Gtt

Per riuscire a controllare al meglio, sui mezzi, Gtt ci saranno, quindi, squadre di controllo composte da due assistenti alla clientela per verificare che i biglietti siano in regola e per sanzionare i biglietti irregolari oltre, ovviamente, anche per dare assistenza ai passeggeri. Le nuove squadre di controllo saranno attive anche nei giorni festivi. Tutti i viaggiatori dovranno, quindi, avere il biglietto, non ci sono scuse. Il biglietto  potrà anche essere acquistato, al costo di 2,50 euro, a bordo del mezzo ed essere utilizzato entro la prima fermata, come indicato sul biglietto tranviario. Tutto ciò è stato previsto dalla legge regionale del 2000, secondo la quale, chiunque è trovato senza biglietto o con biglietto non utilizzato entro la prima fermata è soggetto a una sanzione amministrativa. Per evitare, quindi, di beccarsi una  multa, non resta altro da fare che munirsi di biglietto prima di salire sui mezzi pubblici o di acquistarlo direttamente sul mezzo,una volta saliti, al prezzo previsto. Il progetto in atto è un ulteriore sviluppo di un' azione di contrasto all'evasione che è iniziata due anni fa, con l'arrivo dell'agente di controllo o bigliettaio sulla linea 4 e poi anche sulla 3 e sulla 10.



Seguici su Facebook

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.