• Home
  • CRONACA
  • Torino, riapre il Forte di Exilles, dopo la pausa invernale

Torino, riapre il Forte di Exilles, dopo la pausa invernale

Exilles_forte.jpg Finalmente,dopo la lunga pausa invernale, riapre, questo weekend uno dei luoghi  più suggestivi della nostra regione, il Forte di Exilles, che insieme al Forte di Fenestrelle e al Forte di Vinadio, è un esempio emblematico di grande e imponente architettura militare. Le origini medievali, che, secondo documenti storici, lo fanno risalire addirittura al 1155, con una storia appassionante e leggendaria (fra tutte la famosa leggenda della Maschera di Ferro) che si mescola a momenti  di grande difficoltà e abbandono negli anni moderni dopo la seconda guerra mondiale. Gli anni decisivi, della prima metà dell'Ottocento sono quelli che lo hanno finalmente visto rinascere, prima con la ricostruzione tra il 1818 e il 1829, dopo essere stato raso al suolo, e poi con la convenzione fra Regione Piemonte e il Museo della Montagna di Torino che ha permesso dal 1996 e successivi nuovi accordi nel 2000, e poi con le olimpiadi del 2006 e nuovi interventi nel 2011, un restauro interno ed esterno e una vera e propria opera di valorizzazione e promozione.

Dove e Quando

Forte di Exilles,a  circa 70 km da Torino,è raggiungibile anche con l'autostrada A32 del Frejus fino all'uscita di Susa, poi si prosegue sulla S.S. 24 del Monginevro. 

Orari: da martedì a domenica dalle ore 14 alle ore 19.

Ingresso intero: 10 euro; 8 euro ridotto,ridotto scuole: 2 euro

Seguici su Facebook

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.