• Home
  • CRONACA
  • Scooter tampona un taxi sulla statale 24: un ferito non grave

Scooter tampona un taxi sulla statale 24: un ferito non grave

statale 24, soccorso dopo l'incidenteCollegno, domenica 11 maggio 2014. In un periodo in cui si fa un gran parlare della famigerata variante Collegno-Pianezza, rea secondo molteplici pendolari di essere troppo pericolosa e mal progettata a fronte dei crescenti sinistri avvenuti nell’ultimo biennio, ecco accadere un altro incidente, questa volta sulla statale 24, all’altezza del distributore Esso. Coinvolti nel tamponamento uno scooter condotto da un ragazzo sulla trentina e un taxi station wagon guidato da una giovane donna, anche lei di quell’età.

L’incidente, classificato subito come “dinamica codice giallo”, si è verificato intorno alle 19.00: l’auto, in procinto di entrare nella stazione di servizio con svolta doverosamente segnalata (stando alle dichiarazioni dell’autista), viene urtata dal motorino che seguiva a pochi metri, forse troppo promiscuo e quindi incapace di poter frenare entro tempi brevi. L’uomo al manubrio della due ruote, sbalzato via in conseguenza della collisione verificatasi, a quanto risulta, a velocità comunque moderata, avrebbe secondo il racconto dei pochissimi testimoni infranto il lunotto della vettura, mentre lo scooter, strisciando sull’asfalto ruvido, avrebbe fermato la propria corsa contro lo pneumatico posteriore sinistro del taxi, già pesantemente danneggiato.

Il tamponante, riverso a terra ma per fortuna provvisto di casco che ne ha attutito il colpo scongiurando il peggio, è stato soccorso dopo una manciata di minuti grazie all’intervento tempestivo del 118. Alessandro Z. - questo il presunto nome del ragazzo - viene immobilizzato in stato di piena coscienza secondo consueta procedura e trasportato in barella all’ospedale Maria Vittoria di Torino. Le sue condizioni non sembrano gravi (la prima diagnosi parla di un polso rotto e alcune ferite di trascurabile entità). Incolume la ragazza alla guida della vettura, per lei solo un grande spavento e tanta apprensione per l'accaduto. Pare evidente, più che una manovra azzardata, una semplice ma piuttosto grave disattenzione da imputare molto probabilmente alla stanchezza e all'anomala luce della porzione di giorno incriminata, che vede il sole cominciare a calare alterando l'inclinazione della luce e creando riverberi alquanto insidiosi.

Ora devono essere adeguatamente appurate e verbalizzate dalle forze dell'ordine le esatte circostanze che hanno portato i due mezzi allo scontro. La carreggiata, piena di detriti, vetri e residui di carrozzeria, fornirà forse preziose indicazioni riguardo alle dinamiche.

Pin It

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.