• Home
  • CRONACA
  • Collegno avrà il suo cimitero per animali domestici

Collegno avrà il suo cimitero per animali domestici

cimitero_animali_collegnoEbbene sì, anche cani, gatti, criceti, e gli altri animali domestici della zona di Collegno, presto avranno il loro luogo di riposo eterno. Presto, infatti, nascerà il nuovo cimitero degli animali domestici, a pochi passi da Torino. La delibera comunale è stata già votata, e sembra proprio che ci sia il via libero, che permetterà di trasformare un'area agricola in servizi, grazie al piano regolatore. Anche se resta ancora da vedere quando. Per la realizzazione è stata individuata una zona di 14 mila metri quadrati, presso il parco della Dora. Animal Help onlus (a cui fanno capo diverse  associazioni animaliste) e Vivi gli animali di Michele Suma, ha lanciato al Comune di Collegno la proposta che come dicevamo è stata accettata. Per la costruzione ci si rivolgerà anche e soprattutto al crowfunding, con ricerca di fondi  tra privati e associazioni.

Come sarà il nuovo cimitero per animali

Sembra che non sarà un cimitero come siamo immaginarlo, con lapidi e tombe vere e proprie ma una sorta di luogo dove gli amici a quattro zampe & C. verranno ricordati attraverso targhette con foto e medaglie e dove verranno custodite le ceneri. Ha ribadito in fatti Suma, presidente di Vivi gli animali, che non si tratta di scimmiottare i cimiteri umani, come qualcuno potrebbe supporre, né copiarli, e neppure di fare questioni di carattere religioso o animalista ma semplicemente di un discorso umano, emotivo, di trovare un posto al quale rivolgersi per chi ha perso un animale caro. Non resta che attendere gli sviluppi, visto che si useranno le offerte e donazioni dei cittadini per farlo nascere, quindi i cantieri partiranno solo quando ci saranno abbastanza risorse. Sicuramente una buona notizia, per coloro che hanno un animale in casa e sanno che cosa vuol dire perderlo, un vuoto enorme, uno della famiglia, spesso si dice, non a torto e per molti, l'unico e fedele compagno di una vita. E se ci fossero dubbi, basterà pensare  a tante storie vere, a film che raccontano di fatti realmente accaduti, come nel caso di Hachico, il cane akita,in Giappone, rimasto ad aspettare per oltre 10 anni, fino alla morte, il ritorno del suo padrone, come non ritenere che anche cani e gatti e altri fedeli amici animali possano avere un luogo anche per ricordarli, oltre che nel proprio cuore?!

Seguici su Facebook

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.