I dati turistici a Torino

borgo, foto torinofreeTorino al primo posto per i flussi turistici. Analizzando l’andamento delle singole ATL (Agenzie Turistiche Locali), al primo posto si conferma, Torino con la sua provincia, in crescita nel 2013 con oltre 2 milioni di turisti (+1,7%) e oltre 5,9 milioni di pernottamenti (+7,7%). Al secondo posto per miglior risultato di crescita si posiziona l’Astigiano con +5,1% sui pernottamenti (oltre 267mila e più della metà dall’estero) e +1,6% sugli arrivi (oltre 110mila).

Al terzo posto la provincia Granda, dove l’Atl di Cuneo registra +2,3% sugli arrivi (304mila) e +2,5% sui pernottamenti (984mila). Buona anche la crescita di Langhe e Roero con quasi 266mila arrivi e 627mila pernottamenti, di cui il 62% dall’estero in crescita di oltre il 4,5%.

Il Distretto dei Laghi, Monti e Valli d’Ossola, dopo Torino, si conferma la seconda destinazione turistica in Piemonte con oltre 3,3 milioni di pernottamenti. L’area nel 2013 paga, però, la flessione del mercato olandese e tedesco, con un calo generale del 3% sulle presenze e del 2% sugli arrivi, che si attestano comunque a 914mila.

In lieve flessione (-1%) anche l’Alessandrino, dove i turisti erano però cresciuti del 4% l’anno precedente. Gli arrivi si attestano a oltre 317mila e i pernottamenti a quasi 700mila. Crescono, invece, i turisti a Vercelli e in Valsesia (+2% e oltre 85mila arrivi), con un lieve calo della permanenza che vede in tutto 299mila pernottamenti.

Il Biellese evidenzia un incremento per gli arrivi dall’estero, ma registra una contrazione del mercato italiano, che porta complessivamente a 77mila arrivi (5mila meno del 2012) e oltre 218mila pernottamenti (18mila meno dell’anno precedente).

Nel Novarese una diminuzione dell’offerta ricettiva (pari a -7,5% dei posti letto) si riflette sui flussi, che si attestano a 318mila pernottamenti (32mila in meno rispetto al 2012) e 152mila arrivi (16 mila in meno sull’anno precedente).

Per quanto riguarda il traffico aereo nel 2014 si registrano segnali di ripresa all'Aeroporto di Torino che, dopo aver chiuso il 2013 con oltre 3,1 milioni passeggeri (-10%), nel primo bimestre segna un incoraggiante +5% rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente. Nei prossimi mesi lo scalo inaugurerà nuovi collegamenti per Zurigo, Olbia, Palma de Mallorca, Alghero; un nuovo volo bigiornaliero per Amsterdam operato da KLM permetterà, con ottime coincidenze, di raggiungere oltre 140 destinazioni nel mondo e la compagnia aerea Vueling baserà un aeromobile a Torino con 4 nuovi collegamenti giornalieri per Roma.

L’aeroporto di Cuneo-Levaldigi, dopo aver chiuso il 2013 con oltre 290mila passeggeri e un incremento del 23,1%, punta per il 2014 a un’ulteriore crescita del 10%. Tra la novità si segnalano Mostar (Bosnia) operata dalla compagnia Mistral, oltre la ripresa da Giugno del volo per Tirana di Livingston con cadenza bisettimanale e l’incremento di frequenze per il collegamento con Alghero   (3 voli alla settimana) operato da Ryanair.

Importante novità nel 2014 per quanto riguarda, invece, i treni dal Nord Europa: DB Autozug (divenuta dallo scorso settembre DB Fernverkehr) ha scelto il Piemonte e Alessandria come unica porta di accesso in Italia per i turisti in treno con auto e moto a seguito, che negli anni passati potevano entrare nel nostro paese anche da Bolzano e Verona. Il servizio prevede un treno a settimana, il sabato, in collegamento con le stazioni  di Dusserldorf, Amburgo e Izemburg. Dal 30 maggio al 31 agosto tornerà anche il servizio di Autoslaap Trein.

Pin It

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.