• Home
  • CRONACA
  • Torino, ragazza inganna un disabile che si era innamorato di lei

Torino, ragazza inganna un disabile che si era innamorato di lei

Lies, bugie. Fonte Flickr, utente wolfsoul.Quante sfaccettature può avere il termine violenza? Ne sentiamo parlare tutti i giorni, dai continui episodi di violenza fisica, a quelli più subdoli ma non per questo meno significati di violenza psicologica.

Le vittime sono diverse, donne, bambini, animali e non c’è mai limite al peggio. Sfruttare la malattia per trarne guadagno, fingere pur di poter avere per le mani del denaro. Quanto vale la vita di una persona? Quanto valgono i suoi sentimenti, le sue fragilità ed ingenuità? Non c’è un prezzo, non c’è un’unità di misura, non c’è nulla che possa essere messo sullo stesso piatto della bilancia. Eppure c’è chi non la pensa così, c’è chi ha il coraggio di ridicolizzare una persona a cui la vita non ha dato tutte le fortune ma che nonostante questo ha un cuore ed un’anima più grande di qualsiasi inganno.

Il triste episodio, fingere amore per spillare 15 al ragazzo con disabilità mentale 15 mila euro.

La triste storia romanzata ha un dato oggettivo di cronaca che non può essere manipolato: 15 mila euro. Questa cifra è stata accumulata da una giovane ragazza della provincia di Potenza. La donna avrebbe conosciuto un giovane ragazzo torinese affetto da disabilità mentale durante una vacanza nel sud del nostro bel paese.  Avrebbe finto di innamorarsi di lui per stabilire una sorta di relazione a distanza, rimasta viva grazie alle moderne tecnologie. Il tutto condito con un tornaconto economico non da poco; la donna avrebbe ricevuto ricariche sulla sua carta prepagata per un totale di ben 15 mila euro. Il padre del giovane avrebbe fortunatamente notato gli ammanchi dal conto corrente del figlio. La 26enne è stata così denunciata con l’accusa di circonvenzione d’incapace.

Una triste storia, un cuore fragile bucato da un chiodo arrugginito di malvagità.

Fonte Adnkronos

Pin It

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.