• Home
  • CRONACA
  • Torino, giovane 17enne muore suicida gettandosi sotto un treno

Torino, giovane 17enne muore suicida gettandosi sotto un treno

Binari treno. Fonte Flickr, utente Alberto Elia Violante.Un giovane ragazzo residente nel circondario di Chieri si è suicidato questa mattina attorno alle 9 e 30 gettandosi sul binario 2 della stazione di Moncalieri nella periferia di Torino, mentre transitava un convoglio. Il diciassettenne avrebbe compiuto il folle gesto per questioni amorose. La storia con la ragazza sarebbe stata tormentata a tal punto da portare il giovane a porre termine alla sua vita. Poco prima di togliersi la vita, dalle prime ricostruzioni avrebbe chiamato al telefono la fidanzata annunciandole la sua volontà di compiere un gesto estremo. Le indagini sono ancora in corso e non si hanno dettagli dell’accaduto. La polizia ferroviaria sta cercando di ricostruire i fatti interrogando amici e parenti per cercare di capire le possibili ragioni di un simile gesto.

Le prime indiscrezioni sui fatti

Il ragazzo avrebbe atteso il treno che percorre la tratta Torino-Cuneo per gettarsi sulle rotaie. Il convoglio trasportava circa 300 persone che sono rimaste bloccate per circa un’ora fino a quando gli agenti della polizia ferroviaria accorsi sul posto non hanno effettuato i rilievi di rito.

I ritardi conseguenti e le cancellazioni parziali di alcune linee 

Ovviamente l’accaduto ha avuto ripercussioni sulla circolazione nella tratta interessata. In particolare si sono registrati ritardi sulle linee Torino - Savona, Torino - Alessandria, Torino - Cuneo, Sfm2 Pinerolo - Chivasso e Sfm4 Torino - Bra. Per quasi un’ora la circolazione è stata del tutto sospesa, per poi riprendere su un solo binario a senso unico alternato. I rallentamenti sono terminati alle 12.50 dopo che l'Autorità giudiziaria, compiuti i rilievi ha rilasciato il nulla osta. In totale sono stati coinvolti 28 treni: 1 Intercity che ha registrato 30 minuti di ritardo, 24 regionali che hanno registrato ritardi fino ad un'ora e 3 regionali che sono stati cancellati per buona parte del loro percorso.

Fonte Adnkronos

Pin It

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.