• Home
  • TURISMO
  • Il Museo Regionale di Scienze Naturali di Torino riaprirà a fine anno?

Il Museo Regionale di Scienze Naturali di Torino riaprirà a fine anno?

MUSEO REGIONALE DI SCIENZE NATURALI DI TORINOLa domanda scotta, giacché l'esplosione di una bombola dell'impianto antincendio del 3 agosto 2013 ha creato danni ad un'inestimabile patrimonio del nostro territorio e il buco dello scoppio non è stato ancora chiuso. La promessa che intende mantenere il Museo delle Scienze ai propri visitatori, non pochi a dire il vero, è di riuscire entro fine anno ad aprire il lotto 14: l'allestimento dedicato a Darwin di Giorgio Celli. Il salvataggio di questa porzione del percorso espositivo dovrebbe essere ultimata prima di Dicembre 2014.

L'assessore alla Cultura, Coppola, ha fatto visita ieri mattina ai cantieri fermi, senza che nessuno sapesse del suo arrivo nel museo. Un vero e proprio blitz, che è servito a mostrargli lo stato di degrado e d'abbandono, in cui versa il patrimonio regionale. Coppola afferma, pertanto, che bisogna dare un'accellerata ai lavori e che la promessa di aprire al pubblico parte del museo entro fine anno, dovrà essere assolutamente mantenuta. Il buco dello scoppio dovrà essere chiuso a breve, dato il fatto che sono passati oramai diversi mesi. Si ricorda che a patire dell'incapacità di circoscrivere il problema, sono i reperti che fanno parte della collezione del Museo di Scienze. Affinché si blocchi la situazione, l'assessore alla Cultura ha deciso di sollecitare gli uffici tecnici di competenza, dato il fatto che tra le elezioni regionali e l'insediamento della nuova Giunta, i lavori potrebbero arenarsi a data da destinarsi.

MUSEO REGIONALE DI SCIENZE NATURALI DI TORINONon solo la collezione, ma lo stesso edificio del Museo delle Scienze Naturali di Torino versa in condizioni di poca sicurezza, pertanto i problemi di via Giolitti non terminano, anzi si raddoppiano. La ricerca scientifica, in attesa che qualcosa si sblocchi, è attualmente sospesa. L'attuale direttrice, Patrizia Picchi, intanto, ha indetto una gara interna alla Regione per selezionare il nuovo conservatore di Entomologia. L'importante è, che tra tutte le azioni possibili da attuare, non abbandoniamo a se stesso il patrimonio di tutti come sta succedendo in altre parti di Italia.

Seguici su Facebook

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.