• Home
  • CRONACA
  • Film Commission a Palazzo Civico per rilanciare il cinema in Piemonte

Film Commission a Palazzo Civico per rilanciare il cinema in Piemonte

Film commission incontra piero fassino a TorinoUn incontro con il sindaco a Palazzo Civico per Film Commission, al centro dell'incontro le misure per il consolidamento del sistema cinema torinese e le iniziative da intraprendere in Piemonte per il rilancio. 

L'incontro tra Film Commission Torino Piemonte e di Fip, i rappresentanti delle categorie del settore cinema piemontese e il sindaco Piero Fassino si è svolto ieri, per arrivare ad un punto sul sistema cinema nell'area di Torino e in Piemonte. Nel corso della riunione, che ha visto partecipare anche l'assessore Maurizio Braccialarghe (cultura) e Domenico Mangone (attività produttive), verteva sull'analisi dei cambiamenti nel settore durante gli ultimi anni. 

Le professioni nel cinema e le esperienze della Regione Piemonte sono riconosciute ormai da tempo, l'industria del cinema riesce a sfruttare molto bene le bellezze della nostra città, lo provano le fiction e i numerosi film girati a Torino negli ultimi anni. Il sindaco Fassino ha richiesto la redazione di un progetto per trovare nuovi interlocutori, finanziatori e risorse produttive, specificando l'impegno continuo della città nei confronti delle attività del cinema. 

Il tavolo di lavoro si è reso necessario anche per guardare a mercati e scenari internazionali, nell'ottica di incrementare le possibilità, si suppone anche per i nuovi professionisti che vorrebbero poter sviluppare le proprie competenze rimanendo nella propria Regione. Una storia c'è di produzione ed eccellenza, come si evince dal contributo che si trova visitando il sito torinocittadelcinema.it : "Nei primi anni del Novecento sorgono in città i primi studi e si registra un fiorire di attività dal carattere industriale, notato dalle cronache mondane ma anche da uno storico militante come Antonio Gramsci. Si spostano a Torino attori francesi, si imitano i prodotti di maggior successo (le comiche, i serial) e il centro città diventa il luogo d’incontro per registi, soggettisti e i primi divi. I film torinesi sono apprezzati in tutto il mondo e godono di una grande fama di successo e di divertimento, tanto da venire comperati “a scatola chiusa” dall’America all’Asia all’Oceania. Il capoluogo piemontese nel secondo decennio del Novecento è la capitale indiscussa del cinema italiano e uno dei punti di riferimento mondiali per la nuova arte delle immagini in movimento".

Senz'altro uno dei passi della nostra storia da tenere ben presente quando si pensa a voler giustamente rilanciare un settore così importante per il territorio. 

Pin It

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.