• Home
  • CRONACA
  • Torino, sabato il seminario sulle nuove parrocchie

Torino, sabato il seminario sulle nuove parrocchie

papaSabato 22 un bel seminario sulle nuove forme di parrocchia. L'Osservatorio Giuridico Regionale della Conferenza Episcopale Piemontese (CEP) presieduto da Monsignor Piergiorgio Micchiardi, vescovo di Acqui e giurista, promuove questo Seminario su "Nuove forme di comunità fra parrocchie e Codice di Diritto Canonico".
Il Seminario - aperto a tutti - intende sviluppare alcune riflessioni sul fenomeno in atto nella Chiesa Italiana ed anche nelle diocesi del Piemonte - sin dal 1992 - di trasformazione delle parrocchie da presenze chiuse in se stesse ed autosufficienti ad organizzazioni cooperanti e aperte che esprimano una  più matura e adeguata presenza di Chiesa sul territorio. Concretamente, tale presenza si attua mettendo le risorse di ciascuna parrocchia (persone e strutture) insieme a servizio dell'evangelizzazione del territorio attraverso la condivisione di obiettivi comuni da attuare mettendo in campo precise attività gestite in sinergia in ambiti e settori di interesse comune quali la famiglia, i giovani, la questione del lavoro la cultura, le comunicazioni
sociali. Lo esige, non solo, la fedeltà all'ecclesiologia conciliare ma anche il diverso senso attribuito all'appartenenza che connota l'attuale trasformazione antropologica. Si tratta di operare  un cambio di mentalità - più che di strategia pastorale - che viene incontro sia alla diminuzione del clero sia alle
indicazioni date dal Concilio riproposte con determinazione nella Esortazione apostolica Evangelii Gaudium di Papa Francesco per attuare una pastorale missionaria e cooperativa che permetta alle parrocchie
di "uscire" da sé e proiettarsi verso il territorio. Data la pluralità di realizzazioni in atto chiamate con nomi i più diversi (unità pastorali, comunità pastorali, comunità sacerdotali, ecc) e che investono ormai i 2/3 delle 227 diocesi italiane e delle conseguenti prassi operative, si intravede da più parti la necessità
di riflettere sul contributo che ad esse possa venire da una lettura del fenomeno dalla prospettiva  del Diritto Canonico della Chiesa.

Pin It

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.