Torino, Garibaldi a Palazzo Lascaris

PALAZZO LASCARIS TORINOE' stata inaugurata ieri la mostra intitolata "Giuseppe Garibaldi e il suo mito nella pittura", che sarà visitabile nella Galleria Belvedere di Palazzo Lascaris a Torino fino al 30 aprile 2014.

Si tratta di una mostra che intende far riscoprire una delle figure più carismatiche del diciannovesimo secolo. Il nome di Garibaldi e soprattutto le sue imprese hanno affascinato già i suoi contemporanei, in Sud America prima, in Europa poi, facendolo diventare un mito vivente. Ispiratore di battaglie per la libertà e dei movimenti di rinascita nazionalista in diversi paesi, è stato - e continuerà a ad essere - l'eroe senza tempo. L'esposizione del percorso museale è stata curata da Lorenzo Zichichi e Massimo Fino, che in precedenza si sono occupati, riscuotendo un forte successo, dell'allestimento nelle sale del Museo di Castel Sant'Angelo a Roma, facendo trasparire l'autentica passione che animò lo spirito patriottico del condottiero italiano.

La maggior parde delle opere, che si troveranno a Palazzo Lascaris, appartengono alla Collezione Tronca, una delle più importanti per quanto riguarda il valore delle opere che gira intorno al mondo garibaldino. In questa mostra, la storia sulla vita di Garibalbi si intreccia con il suo mito in modo tale da ristabilire l'importanza storica, poetica, mistica e popolare dell'eroe rinascimentale.

Durante il percorso espositivo, il visitatore potrà ascoltare attraverso un'audioguida le spiegazioni che si alterneranno a seconda della tela osservata e ottenere, così, più informazioni in merito allo svolgimento degli eventi del periodo storico di riferimento. In particolare, nel percorso sarà data molta importanza agli episodi più rilevanti della vita dell'eroe rinascimentale come la Repubblica Romana del 1848 - 1849, le battaglie in Sud America, la disperata ricerca di sconfiggere i francesi per annettere Roma, la difesa delle idee rivoluzionarie della Francia nel 1870.

GIUSEPPE GARIBALDISi potranno, inoltre, ammirare un dipinto di Francesca Leone, figlia del celeberrimo regista Sergio Leone e lo studio de "Il muro del mare" di Piero Guccione, il cui monumentale dipinto si trova esposto a Palazzo Abatellis di Palermo: unico esemplare intelato della Battaglia del Ponte dell'ammiraglio di Renato Guttuso. Si ricorda che fu lo scontro che aprì le porte di Palermo ai garibaldini.

Non si puù perdere questo appuntamento con un uomo che ha avuto un'intensa e generosa esistenza. Un uomo che fu capitano, avventuriero, patriota, generale, deputato, e infine Eroe dei due mondi, celebrato nel ritiro solitario di Caprera. Un uomo che spesso viene ricordato dalla retorica scolastica solo come il grande rivale di Cavour. In realtà, la sua vita fu decisamente complessa. Una vita così complessa che non è facile appunto definire quest'uomo con un solo aggettivo, parola o frase, poiché fino agli esordi fu il più grande tra tutti gli italiani, quando ancora non esisteva uno Stato nazionale.

Informazioni utili

Palazzo Lascaris, uno dei più rappresentativi nella storia di Torino, venne costruito tra il 1663 ed il 1665 per il conte Giovanni Battista Beggiamo dall'impresario luganese Domenico Bernardi, su probabile disegno di Amedeo di Castellamonte. Si trova in via Alfieri, 15. La mostra è visitabile fino al 30 aprile 2014; dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 18.

Seguici su Facebook

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.