• Home
  • CRONACA
  • Retata a San Salvario, camionette, volanti ed elicottero tra la movida

Retata a San Salvario, camionette, volanti ed elicottero tra la movida

Retata a San SalvarioGrande retata a San Salvario la scorsa notte, quella tra il 7 e l'8 marzo. In mezzo alla movida torinese, quella che non lascia dormire gli abitanti della zona, affollata da locali e giovani di ogni età, hanno fatto la loro comparsa camionette, volanti e divise delle Forze dell'Ordine, aiutate dall'alto, dallo sguardo dei colleghi in elicottero.

La retata a San Salvario

Ieri sera, chiunque si fosse affacciato, per dovere o per scelta, sulle strade che creano il quartiere di San Salvario, sarebbe andato incontro al solito scenario. Macchine parcheggiate in ogni centimetro quadrato della zona, colonne di vetture in fila indiana, in quella che dovrebbe essere una vietatissima doppia fila, ragazze e ragazzi, di ogni età, credo e stile, pascolare davanti ai locali ed in mezzo alla strada. A fianco di questa, che viene chiamata comunemente da tutti "movida", esiste però una realtà parallela. Non meno conosciuto del primo, il mondo dello spaccio, della droga e dei pusher che arredano ogni angolo delle vie, è onnipresente nell'Universo San Salvario.

Ieri, però, qualcosa è cambiato. Non stiamo citando il celebre film di James L. Brooks, ma una scena che rimarrà comunque a lungo impressa negli occhi degli increduli Torinesi che, ieri, popolavano il set della vicenda. Nella notte, erano da poco passate le 24, è stata condotta un' importante operazione anti-droga nel cuore di San Salvario, tra via Sant'Anselmo, via Belfiore e via Berthollet. Per il Blitz sono stati impiegati ben 120 uomini, decine di camionette e volanti e, addirittura un elicottero per monitorare la situazione.

I risultati della retata a San Salvario

La retata anti-droga a San Salvario ha portato all'arresto di 9 persone e alla denuncia a piede libero di altri due . I criminali facevano parte di due diverse bande, che interagivano tra loro e operavano proprio nella zona costellata di locali. L'operazione era iniziata già qualche mese prima. con la ripresa delle azioni illegali dei pusher. Le immagini hanno testimoniato come ogni notte le bande spacciassero fino a 150 dosi di eroina, cocaina, hashish e marijuana. Gli arrestati sono tutti di nazionalità algerina e senegalese. Un locale è stato anche chiuso e ad altri quattro sono toccate pesanti multe.

Seguici su Facebook

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.