• Home

Torino, proposto wi-fi gratuito in tutta la città

Free WiFi spot. Fonte Flickr, utente Knaack.Fino ad ora le connessioni wi-fi free nel capoluogo piemontese sono state tali solo sulla carta. In realtà serviva spesso avere la tessera “torino facile” e anche in questo caso l’accesso al web nella sua interezza era tutt’altro che garantito. I punti da cui è possibile accedere senza restrizioni e soprattutto senza chiavi d’accesso sono dislocate prettamente nel centro cittadino, in particolare su via Cernaia, piazza Solferino e piazza Vittorio. I luoghi in questione sono facilmente identificabili dalla scritta “Wi-Fi per tutti”.

La proposta di Avip, estendere gli hot point in tutta la città

Il servizio viene gestito dall’Avip che si avvale della rete Gtt. In questi giorni avrebbe proposto al comune di Torino un incremento dei punti di connessione estendendo a tutta la città il collegamento web. Soddisfazione da parte dell’amministratore delegato della società, Pierre Lasisz: “ Abbiamo presentato una proposta al sindaco Fassino praticamente “chiavi in mano”. Il progetto prevede la creazione di panchine in legno aventi un moderno design da cui si potrà accedere alla rete". Avip sarà supportata dal punto di vista tecnologico da un’azienda torinese, Retitalia.

L'integrazione con la rete comunale del progetto a "costo zero"

Il tutto andrebbe ad affiancarsi agli hot point del comune, 15 in totale, che permettono un accesso un po’ più macchinoso rispetto a quello gestito da Avip soprattutto perché richiede la registrazione e l’utilizzo conseguente di una password. L’idea proposta ad Avip che gestirebbe in completa autonomia il servizio , dall’installazione dei nuovi impianti di arredo urbano alla manutenzione degli stessi, dalla realizzazione del software dedicato (tramite Retitalia) allo sviluppo e risoluzione delle problematiche. Un pacchetto completo che Palazzo Civico non può lasciarsi sfuggire soprattutto perché si tratta di un’operazione a costo zero, cosa non da poco considerando che le casse del comune sono tutt’altro che fiorenti. Avip, fornirebbe gratuitamente il servizio con la sola clausola di poter usufruire degli spazi pubblicitari.

In poco tempo anche i quartieri periferici potrebbero essere raggiunti facendo di Torino una vera e propria Smart-City.

Fonte LaStampa

Pin It

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.