Saluzzo e Satanismo, Mistero indaga

misteroLa provincia di Cuneo protagonista del programma televisivo "Mistero". Non è la prima volta che lo staff di Mistero visita i luoghi esoterici della provincia Granda, l'autore Ade Capone e il regista Davide Agosta hanno incontrato il PIT, team cuneese di esperti del paranormale (Paranormal Investigation Team) fondato dalla sensitiva Roberta Tomasoni, Giovanni Marchetti e Paolo Dematteis, per indagare sui casi di ghost hunting in Piemonte.
Il format televisivo, divenuto famoso per i suoi approfondimenti sui misteri irrisolti, si è occupato della mummia di Borgo San Dalmazzo, la santona del paese scomparsa per un anno e ritrovata "mummificata" nella sua casa, e dei misteriosi suicidi dei giovani di Saluzzo e Savigliano, dove di pensa possa esserci l'ombra del satanismo.

LA MUMMIA DI BORGO SAN DALMAZZO

Quella mummia ritrovata in una villetta di Borgo San Dalmazzo una volta era Graziella Giraudo, santona del paese, molti dei vicini non la vedevano dal 1995 e la donna non aveva nulla di intestato, nemmeno la pensione da dover ritirare. Ritrovata in seguito al funerale della coinquilina, la salma era perfettamente conservata, qualcuno, secondo il medico legale, se n'è occupato amorevolmente. Un mistero che nessuno al momento è riuscito a risolvere quello della santona mummificata che tutti conoscevano ma nessuno vedeva mai.

Ma l'attenzione mediatica riporta alla luce diverse questioni irrisolte, dapprima l'inchiesta di maggio 2013 de "Il Fatto Quotidiano" poi "Mistero", un filone esoterico che assegna al comune di Saluzzo una triste nomea.
Il conduttore Marco Berry ha raccolto 10 anni di cronaca nera e, intervistando il giornalista locale Andrea Caponetto, ha ricostruito i delitti seguendo la pista del satanismo. La torre dell'acquedotto di Savigliano, la collina di Costigliole, la città di Saluzzo e la cripta di una chiesa sconsacrata sono stati i luoghi visitati per seguire quel filo rosso, che secondo molti, collega gli omicidi di questi ultimi anni ad una matrice satanista.
Il team del paranormale ha supportato i tecnici di Mediaset per tutto il servizio, fornendo loro impressioni e informazioni su eventuali presenze e tracce di culti esoterici.

Seguici su Facebook

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.