• Home
  • CRONACA
  • Imprenditori giocatori d’azzardo finiscono nella rete degli usurai: arrestati 3 uomini al Casinò di Saint Vincent

Imprenditori giocatori d’azzardo finiscono nella rete degli usurai: arrestati 3 uomini al Casinò di Saint Vincent

Crisi, suicidi e gioco d’azzardo. Sono queste alcune delle tematiche che giorno per giorno vengono trattate da testate giornalistiche, tg e portali d’informazione on-line. È questo lo spaccato di una nazione che non riesce a sconfiggere taluni dei problemi cardine su cui ruotano numerose storie di cronaca. Storie dove i protagonisti si ritrovano sfruttati e minacciati da un lato dai loro stessi vizi, dall'altro da gente che, sapendo “cogliere al volo” la situazione di disagio, offre uno pseudo-aiuto che finirà per essere la loro rovina.

È  proprio questo ciò che capitava a molti imprenditori in difficoltà economiche che si recavano al Casinò di Saint Vincent, in Valle d’Aosta, per giocare. Proprio nei pressi dell’entrata al casinò, una banda formata da padre, figlio e un terzo uomo, si era ben organizzata offrendo prestiti a tassi da usura ai giocatori disperati. La banda, che operava tra Piemonte e Valle d’Aosta, è stata sgominata dai Carabinieri della Compagnia di Chieri, che avevano avviato le indagini su segnalazione di un imprenditore di Torino che, stanco delle incessanti minacce e richieste i denaro contante da parte degli strozzini, ha sporto denuncia.

Dopo molti mesi di indagini e appostamenti, gli agenti hanno fermato con l’accusa di usura 3 uomini di nazionalità italiana di cui 2, padre e figlio, sono stati arrestati, mentre il terzo complice è stato denunciato a piede libero. Secondo quanto ricostruito nelle indagini, la banda operava proprio davanti al Casinò di Saint Vincent, dove adescava i “potenziali clienti” offrendo loro un immediato aiuto economico. Al momento i giocatori incalliti che si sono indebitati con gli usurai sono ben 20, ma gli inquirenti temono che le vittime possano essere molte di più.

Pin It

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.