• Home
  • CRONACA
  • Rissa in un pub con colpi di pistola, ancora far west a Torino

Rissa in un pub con colpi di pistola, ancora far west a Torino

Rissa a CuorgnèOrmai sta diventando la norma leggere titoli sui giornali torinesi che mostrano come la città capoluogo del Piemonte stia diventando sempre più simile al far west. E' di venerdì la notizia che vede protagonista la città di Cuorgnè e un gruppo di giovani coinvolti in una rissa finita con quattro colpi di pistola.

Il diverbio tra i giovani e la rissa

La discussione è partita tra i ragazzi a causa di contatti indesiderati a una ragazza all'interno del pub. Erano circa le 2.30 di notte, il locale, che proponeva ai suoi clienti un concerto dal vivo, era affollato da circa una cinquantina di persone. Dopo una mano sgradita appoggiata sul corpo della donna, i giovani hanno cominciato a litigare e a scazzottarsi all'interno del locale. E' stato comunque celere e utile l'intervento dei titolari del locale che sono riusciti a dividere i ragazzi e a spostare la lite all'esterno del luogo affollato. Il diverbio ha purtroppo visto una continuazione fuori e uno dei ragazzi coinvolti ha preso in auto una pistola e ha sparato quattro colpi in aria.

La fuga in auto e il riconoscimento

Il ragazzo che ha sparato i colpi in aria ha continuato la sua nottata fuggendo in auto verso il centro del paese. Sono bastate comunque poche ore per permettere ai carabinieri di Locana l'identificazione del giovane.

Torino sta diventando il far west

Sempre più numerose notizie di questo tipo, che fanno raddrizzare i capelli agli abitanti della città sormontata dalla Mole. Solo una settimana fa, la notizia sconvolgente di una tentata rapina nel pieno centro della città, terminata con inseguimento e sparatoria con conseguente morte del malvivente. Ma non è tutto. Sempre durante la scorsa settimana sono state rapinate altre due gioiellerie, una in via XX settembre, che ha visto il proprietario vittima di una brutta esperienza (il titolare è stato infatti malmenato e legato), e una, per un bottino da 220 mila euro in via Lagrange, sempre in zone affollatissime e centralissime della città. Sembra che la crisi economica che ha messo in ginocchio l'ex città della Fiat, stia portando a una criminalità sempre più diffusa. I cittadini non possono che confidare in interventi maggiori da parte del Comune e delle forze dell'ordine.

Seguici su Facebook

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.