• Home
  • CRONACA
  • Si getta dalla finestra per sfuggire alla polizia: borseggiatore in gravi condizioni

Si getta dalla finestra per sfuggire alla polizia: borseggiatore in gravi condizioni

©RepubblicaIn una città dove purtroppo ci stiamo abituando a leggere sui giornali e vedere nei tg scene di delinquenza, storie di ladri e rapine, è accaduto ieri un nuovo fatto di cronaca che vede stavolta coinvolto un malvivente. Si tratta infatti di un borseggiatore avvistato e segnalato da un civile cittadino a una pattuglia della Polizia municipale in servizio nel quartiere Aurora di Torino.

Il fatto, accaduto dunque non molto lontano dal centro di Torino, ha avuto luogo ieri, sabato 8 febbraio 2014 intorno alle 13, in un condominio di via Modena. Il borseggiatore, dopo qualche minuto di fuga dagli agenti della municipale, ha ben pensato di entrare nel condominio per sfuggire all’arresto. Ma quando i vigili sono entrati nel palazzo per acciuffarlo, il ladro si è lanciato dalla finestra di un pianerottolo del vano scala tentando di atterrare su un fabbricato più basso. Purtroppo lo ha scansato precipitando al suolo da qualche metro di altezza. Gli agenti hanno appurato quanto stava per accadere mentre salivano le scale e hanno udito il tonfo provocato dall’impatto del malvivente contro il piazzale sottostante. Scene, ancora una volta, da film. I poliziotti infatti non avrebbero mai pensato che il malvivente arrivasse a tanto.

Giunta sul posto un’ambulanza del 118, l’uomo è stato trasportato d’urgenza al pronto soccorso dell’ Ospedale San Giovanni Bosco di Torino, dove ora è ricoverato in gravissime condizioni di salute per le molteplici fratture che ha riportato a seguito dello schianto. Intanto gli agenti della municipale stanno indagando sull’ identità dell’uomo, visto che non aveva con se documenti, e sulla refurtiva trovata in suo possesso.

Sono numerose purtroppo le denunce che ogni giorno vengono raccolte dalle forze dell'ordine da part di cittadini che vengono minacciati, scippati e rapinati per le vie di Torino. Molto spesso sono donne che stanno per rientrare nelle loro abitazioni o ragazzini che vengono aggrediti da baby gang. La sorveglianza è stata incrementata in città, ma molti dei delinquenti denunciati continuano a girare a piede libero seminando panico e terrore tra la popolazione. Molti cittadini non si sentono più sicuri per le strade della città, ma neppure tra le mura domestiche. 

Seguici su Facebook

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.