• Home
  • CRONACA
  • Torino, 54 mila le auto sprovviste di assicurazione

Torino, 54 mila le auto sprovviste di assicurazione

Tamponamento vetture. Fonte Flickr, utente Uberto.Che circolare in una città come Torino non sia semplice è abbastanza chiaro. La particolare conformazione dei corsi costituiti dal loro controviale non sempre facilita il compito degli automobilisti. Per non parlare delle tante cose a cui bisogna prestare attenzione quando si guida, con l'incubo per la maggior parte di chi sta al volante di incappare in qualche pericoloso incidenteUn altro fenomeno presente a Torino e che non viene percepito da tutti come un problema reale è legato al grande quantitativo di vetture che circolano senza assicurazione. Vuoi per la crisi economica, vuoi per il fatto che in Italia le tariffe sono più alte che altrove, risulta che ben 54 mila veicoli, tra auto, moto, camion ed autobus viaggiano sprovvisti del tagliando di circolazione. Un vero e proprio esercito che rappresenta un pericolo per se (considerando le multe salate a cui si va incontro se si incappa in un controllo con conseguente sequestro del mezzo) ma soprattutto per gli altri visto che in caso di sinistro tra un mezzo assicurato e uno non si rischia di non venir risarciti.

Lo studio condotto dall'Aci Torino e le contromisure al fenomeno che verranno adottate

Il fenomeno assai preoccupante è stato analizzato dal’Aci Torino, con la constatazione che appunto più dell’8% del parco auto circolante nel capoluogo piemontese (54 mila mezzi su 680 mila circolanti) non gode di copertura assicurativa. Lo stesso corpo dei vigili urbani ha incrementato in maniera sensibile le multe a veicoli non in regola da questo punto vista con un incremento tra il 2011 ed il 2012 del quasi 19%, trend che sembra peraltro confermato dai dati parziali del 2013. Per far fronte all’emergeza a partire dal 15 Febbraio le forza dell’ordine avranno un ulteriore sostegno. Le telecamere sparse nel centro abitato comprese quelle della zona Ztl, potranno inviare i dati delle vetture transitate, compresa la targa, agli organi competenti che potranno in tal modo fare i controlli del caso. Insomma la lotta agli “evasori” dell’assicurazione è cominciata, speriamo che possa sortire gli effetti desiderati perché ne va della sicurezza di tutti i cittadini torinesi.

Fonte LaStampa.it

Seguici su Facebook

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.