• Home
  • CRONACA
  • Rivoli (To): banditi sparano 10 colpi calibro 9 contro titolare e dipendenti di un negozio

Rivoli (To): banditi sparano 10 colpi calibro 9 contro titolare e dipendenti di un negozio

©La RepubblicaUn dato purtroppo preoccupante quello degli assalti ai negozianti a scopo di estorsione che si sta affermando sempre più negli ultimi mesi nella provincia di Torino. Sono numerose le denunce e gli interventi delle forze dell’ordine per rapine spesso a mano armata.

Erano circa le 20,30 di venerdì 24 gennaio quando, come ogni sera, il “Country Shop” di corso Allamano a Rivoli, in provincia di Torino, stava per chiudere. È proprio in quel momento che Agostino S., il titolare dell’attività commerciale, un centro specializzato nella vendita di articoli per animali, è stato assaltato da un fuoristrada grigio scuro con a bordo dei banditi. Insieme a lui vi erano anche 2 dipendenti di cui uno, Michele S. di 42 anni, sarebbe stato colpito a un gluteo e alla schiena.

Dalle prime ricostruzioni sarebbe infatti emerso che i malviventi si sarebbero avvicinati alle vittime, nel tentativo di compiere una rapina e portare via l’incasso derivante dalle chiusura, sparando a bruciapelo circa 10 colpi calibro 9. Quando i banditi a volto coperto hanno aperto il fuoco, i 3 si sarebbero subito gettati a terra nella speranza di non essere colpiti. Ma i proiettili sono arrivati velocemente. Il primo a essere ferito è stato proprio il 53enne titolare del negozio che è stato raggiunto da un proiettile al ginocchio.

Subito dopo i banditi si sono dileguati, senza portar via alcuna refurtiva, facendo perdere le loro tracce. Sono proprio questi i motivi che spingono gli inquirenti a non tralasciare alcuna pista d’indagine, non soffermandosi dunque soltanto sull’ipotesi più plausibile, cioè il tentativo di rapina a mano armata. I Carabinieri della stazione di Rivoli hanno infatti trattenuto in caserma, fino a tarda sera, il dipendente sfuggito ai colpi d’arma da fuoco per raccoglierne le dichiarazioni e cercare di ricostruire quanto accaduto.

Intanto Agostino S. è stato trasportato all’Ospedale San Luigi di Orbassano per gli accertamenti del caso, mentre il dipendente ferito al gluteo e alla coscia, Michele S., è stato ricoverato al Centro traumatologico ortopedico (Cto) di Torino. Le condizioni di salute di entrambi non sono preoccupanti.

Pin It

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.