• Home
  • EVENTI
  • Expo 2015, La città del gusto sarà Torino grazie a Gambero Rosso

Expo 2015, La città del gusto sarà Torino grazie a Gambero Rosso

gambero rosso citta del gusto torino per expo 2015La Città del Gusto Torino per l'Expo 2015 grazie ai corsi di alta cucina organizzati da Gambero Rosso e Ascom. 

Partono il 3 febbraio i 9 corsi di alta cucina, in vista dell'Expo 2015 in cui Torino sarà la Città del Gusto, inaugurata l'anno scorso dal Gambero Rosso e sede dei corsi professionali di enogastronomia. I corsi saranno strutturati intorno a diverse tematiche, dalla pasticceria alla gestione aziendale, un modo, come ha rivelato Paolo Cuccia, presidente di Gambero Rosso, per valorizzare il nostro territorio a dispetto di quello che di solito fa la politica: "A poco più di un anno dall'Expo 2015, gli unici a non accorgersi che il settore enogastronomico e' strategico per l'Italia sono i nostri governanti l'obiettivo è quello di traghettare i nostri giovani ai più alti livelli del mondo del lavoro, perche' questo non e' un settore in cui ci si improvvisa". 

Inaugurerà la stagione dei corsi, proprio il 3 febbraio, Professione Pasticcere, con insegnanti del calibro di Guido Castagna e un programma costruito intorno a grandi maestri cioccolatai e pasticceri. Oltre ad investire in qualcosa che può davvero essere fruttuoso in vista dell'evento dell'Expo 2015 la collaborazione con La Città del Gusto è anche un'occasione di crescita per gli operatori della nostra ristorazione, come ha puntualizzato la presidente dell' Ascom di Torino, Maria Luisa Coppa: "Attraverso docenti di comprovato mestiere e notorietà, i corsi messi in pista dal ‘Gambero Rosso’ si configurano dunque come occasione importantissima di ulteriore crescita per i nostri operatori della ristorazione, che dovranno rappresentare in prima battuta la vetrina di un’enogastronomia profondamente legata al territorio, aperta alle novità pur se ricca di secolari tradizioni e sicuramente in grado di conferire un’immagine del ‘Piemonte a tavola’ degna di essere esportata nel mondo e apprezzata per le sue specifiche caratteristiche e singolari qualità”. 

Nata nel 2003, l'alta formazione del Gambero Rosso è la prima ad includere un Master in comunicazione e giornalismo enogastronomico, in cui specializzarsi in food photography, food writing, social media e comunicazione  e cultura enogastronomica. Questo percorso è poi stato implementato dai corsi di formazione professionale e i corsi di cucina del Gambero come Professione Cuoco, Professione Pizzaiolo, Professione Pasticcere e Professione Sala.

Questi 24 miliardi di euro che l'enogastronomia italiana fa muovere ogni anno sono indice di un interesse che non accenna a scemare, nell'ottica di pensare a formare nuovi professionisti del settore per non perdere una risorsa vitale del Paese. 

Seguici su Facebook

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.