Paolo, 15 anni, morto suicida per amore

Morire per amore a soli 15 anni. Sembrerebbe impossibile, inaccettabile… Eppure un adolescente di Tonengo di Mazzè, in provincia di Torino, lo ha fatto davvero. Il ragazzo, che frequentava il secondo anno di un istituto superiore di Ivrea, si è impiccato ieri nel garage di casa poiché la ragazza di cui si era invaghito non ricambiava il suo sentimento.

Prima di compiere il gesto estremo, Paolo, ha infatti inviato un sms che ha subito fatto intendere ciò che di li a poco sarebbe accaduto: “Ti veglierò dall’alto”. Poi si è tolto la vita impiccandosi. A fare la tragica scoperta è stata la madre del ragazzo suicida. Non vedendo tornare il figlio dalla tavernetta, dove era solito fermarsi per ore a suonare la sua tanto amata chitarra, la donna si è recata nella stanza per raccomandargli di non far tardi. Ma nella tavernetta non c’era. Allora la madre si è recata nel garage, dove pensava di poterlo trovare,  ma quando ha aperto la porta si è trovata davanti il corpo esanime del figlio. A nulla è infatti servito il tempestivo intervento dei medici del 118.

Niente avrebbe potuto far pensare, proprio quel giorno, a una realtà così tragico. Infatti il giovane era rientrato da scuola piuttosto contento per aver ricevuto un buon voto nella verifica di fisica. Poi il pomeriggio era proseguito regolarmente, con messaggi agli amici sui social network, telefonate ed sms. Sono queste purtroppo le uniche costatazioni che i Carabinieri della stazione di Chivasso hanno potuto fare sulla base delle dichiarazioni della madre. Paolo era figlio unico e giocava nella squadra di pallavolo Montanaro under 17, amava la musica ed era circondato da molti amici. Un gesto dunque, quello del 15enne di Tonengo di Mazzè, imprevedibile e inaspettato, che per il momento può solamente essere associato alla passione non corrisposta dalla ragazza di cui si era innamorato e che ha ricevuto l’ultimo sms inviato dal suo cellulare.

Una storia tragica, in un’Italia ormai allo sbaraglio, che deve farci riflettere sulla fragilità spesso celata dietro lo sguardo tranquillo e disinvolto di un adolescente. 

Pin It

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.