• Home
  • CRONACA
  • Tutto, a Torino il sistema bibliotecario universitario si digitalizza

Tutto, a Torino il sistema bibliotecario universitario si digitalizza

tutto unito universià biblioteca foto by wikipediaDa oggi è online Tutto, la piattaforma che permette a studenti e docenti di avere accesso a fonti bibliografiche, e-book, periodici e riviste online, in futuro anche materiali digitalizzati. 

Il futuro del digitale. Dalle enciclopedie usate dagli studenti per completare tesine o scrivere tesi ad un accesso capillare ad ogni fonte possibile di informazione, divisa per campo. Tutto, la piattaforma bibliografica dell'Università di Torino da oggi propone un sistema di accesso diretto a varie fonti bibliografiche, a periodici, riviste online e e-books. Niente più scuse per chi non trova materiali sufficienti per scrivere le tesi, niente più viaggi in diverse città italiane per carpire i segreti del tema che si è scelto di trattare.

Tutto è messo a disposizione dal Sistema bibliotecario dell'Università degli Studi di Torino, tramite il sistema del search-box. Gli studenti potranno accedere al sistema autenticandosi con il loro username e password universitarie, scegliere l'indirizzo di studi e concentrarsi su un tema specifico. I temi non sono limitati però alla sola area di interesse dello studente, la ricerca può essere effettuata su ogni argomento possibile e le fonti appariranno in pagine consultabili online. Alcuni documenti a pagamento sono riservati a docenti e studenti e per accedere al full text è necessario usare il proxy di Ateneo.

Più che il futuro dei dati si tratta di futuro delle fonti, ovvero quel problema che tutti hanno quando devono imporsi un limite alla conoscenza per formazione o percorso. Un buon inizio per la cultura generale, per dare la possibilità a tutti di poter sapere quante più cose possibili ed agire cavalcando i tempi moderni. Un futuro diverso,o anche per gli studenti che ancora dovranno partecipare alla vita universitaria, una mossa intelligente insomma.

Chissà dove ci porterà questo inizio, forse un giorno a poter consultare i libri senza muovere un passo, ad accrescere la nostra conoscenza e a migliorare le competenze. Forse le biblioteche saranno più accessibili, più "smart, al passo con i tempi. Perchè la paura di abbandonare l'oggetto libro va sostituita con un punto di vista ampio, con le possibilità e con l'accesso libero, in un Mondo che accorcia le distanze non si può certo rimanere indietro.

Pin It

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.