Giovinco al Torino, dicerie o realtà?

Giovinco al TorinoGiovinco al Torino, il primo impatto lascia perplessi. E' davvero in arrivo una nuova trattativa di calciomercato tra le nemiche Juventus e Torino? Dopo Ogbonna e Immobile ora è la volta di Giovinco? Dicerie o realtà?

Giovinco al Torino, l'operazione sembra più che plausibile

Giovinco al Torino, esaminando la situazione reale e le mosse delle società di casa a Torino, la contrattazione sembra più che possibile. Per la società granata l'acquisto o il prestito del giovane potrebbe infatti costituire una nuova strategia tattica attraverso il tridente Cerci-Immobile-Giovinco. D'altra parte il ragazzo potrebbe trarre benefici dal fatto di riprendere a giocare in modo continuativo, cosa che nella società bianco--nera, provvista di gioiellini come Tevez e Llorente, non ha modo di avvenire.

La compartecipazione del cartellino

La società guidata da Ventura avrebbe cercato di ottenere il prestito gratuito di Giovinco fino alla fine della stagione. Ma la Juventus non ha ceduto alla richiesta. Si parla piuttosto di una trattazione per la compartecipazione del cartellino, già a partire da gennaio.

Le reazioni dei tifosi

Tra i tifosi le reazioni alla trattativa sono tra le più disparate. Dagli Juventini contenti di liberarsi di un Giovinco che non ha mai convinto troppo a quelli invece dispiaciuti perché avrebbero voluto che il piccolo talento fosse cresciuto con la maglia a strisce bianche e nere. Dai cuori granata contenti per il possibile valido rinforzo in arrivo a quelli che sono stufi di vedere il Torino fare crescere tra le proprie fila ottimi giocatori per poi ridarli indietro, quando sono maturati calcisticamente per bene, alla Juventus.

Sebastian Giovinco

Sebastian Giovinco nasce a Torino nel 1987 e comincia a avvicinarsi al gioco del calcio nella società Riber di Beinasco. La maturazine sportiva avviene nelle giovanili della Juventus. Nel 2007 viene ceduto all'Empoli. Esordì nella Juventus nel giugno 2008 mentre venne ceduto al Parma nel 2010. Nel giugno 2012 infine torna ad indossare la maglia bianco-nera. La prima convocazione nella nazionale maggiore avviene nel 2011 a opera del CT Cesare Prandelli. Ha partecepitato con la maglia azzurra all'Europeo 2012, facendo parte della rosa dei 23 giocatori convocati per l'occasione,. Infine, nel maggio dello scorso anno è entrato anche nella lista per la rosa ufficiale dei convocati per la FIFA Confederations Cup. 

Pin It

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.