Giallo Caselle, triplice omicidio

Sangue nella vasca. Fonte Flickr, utente reallyterriblephotographer.Un brutto fatto di cronaca travolge la tranquilla cittadina di Caselle Torinese. Sono stati trovati privi di vita nella loro villetta a schiera i due coniugi, C. A. (66 anni) e M. G. (65 anni) e la madre di quest’ultima, E. D'A. (93 anni). In un primo momento si era pensato ad una intossicazione dovuta ad una perdita di gas. Successivamente è trapelata la notizia che i corpi erano stati accoltellati. 

L’allarme è stato dato da un vicino di casa dei coniugi. Questi era stato incaricato dal figlio delle vittime, Maurizio appena ventiseienne, che trovandosi in montagna nella vicina Val D’Aosta, preoccupato in quanto non riusciva a mettersi in contatto con la famiglia, ha deciso di mandare una persona fidata a controllare che tutto fosse a posto. Ciò che invece si è presentato agli occhi dell’uomo è stato uno scenario degno dei migliori film horror. Al pianterreno il corpo della donna ultranovantenne, al primo piano nel corridoio dell’abitazione i corpi dei due coniugi. Il filo conduttore dei tre corpi è il modo in cui essi sono stati colpiti dall'assassino, in maniera feroce e non esitando ad infierire su di essi. È stata esclusa l'ipotesi di un omicidio-suicidio in quanto le ferite rilevate non possono essere auto inferte.

Un vero e proprio giallo, i primi interrogatori

Gli inquirenti rivelano che all'interno dell’abitazione sono stati trovati anche i cani posseduti dalla famiglia, due pastori tedeschi, rinchiusi nello scantinato. Non è stata, invece, ritrovata l’arma del delitto. Gli inquirenti cercano di dare un volto al killer che ha sterminato una famiglia intera. Per ora sono sotto interrogatorio da ore il vicino che per primo è giunto nella scena del delitto, il figlio e la sua fidanzata.

Un vero e proprio giallo che gli inquirenti guidati dal pm Scevola cercheranno di risolvere nelle prossime ore.

Fonte Il Messaggero

Pin It

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.