• Home
  • CRONACA
  • Piemonte, approvato il piano di dimensionamento scolastico

Piemonte, approvato il piano di dimensionamento scolastico

alberto cirio foto consiglioreginale.piemonte.itVia libera, nei giorni scorsi, dalla Regione Piemonte al Piano di dimensionamento scolastico 2014/2015 : le Autonomie sul territorio regionale passano da 589 a 586, tre in meno rispetto all’anno in corso.

Gli unici accorpamenti riguardano la provincia di Torino, che passa da 291 a 288 Autonomie per la nascita a Venaria di due nuovi Istituti Comprensivi, mentre ad Orbassano di un nuovo Istituto di Istruzione Superiore che accorperà l’istituto Amaldi e il Sraffa.

Sul resto del territorio regionale il numero delle Autonomie resta, invece, invariato : 50 nell’Alessandrino, 28 nell’Astigiano, 24 nel Biellese, 92 nel Cuneese, 46 nel Novarese, 28 nel Vercellese e 30 nel VCO.

“La riorganizzazione della rete scolastica piemontese è stata ormai quasi del tutto completata – sottolinea l’assessore regionale all’Istruzione, Alberto Cirio – Un lavoro fatto in costante sinergia con le Province per fare in modo di tutelare non solo la qualità ma anche il servizio stesso che offriamo a studenti e famiglie, tenendo conto delle specifiche caratteristiche geografiche del nostro territorio. In Piemonte la maggior parte dei comuni si trova in montagna e in collina: paesi che senza la scuola non avrebbero più neanche un futuro”.

Tra le altre novità del Piano 2014/2015 c’è l’apertura di 6 nuove scuole dell'infanzia, due in provincia di Alessandria, una nel Novarese, tre in provincia di Torino

Il nuovo Piano di Dimensionamento istituisce anche un a sezione ospedaliera di scuola primaria presso l’Ospedale Castelli di Verbania , che farà parte dell’Istituto Comprensivo “Alto Verbano” di Premeno e renderà così stabile una sperimentazione attivata già da alcuni anni.

Infine, il Piano 2014/2015 istituisce 16 nuovi Centri provinciali di Istruzione per Adulti, con valore di vere e proprie Autonomie al pari di quelle tradizionali. Per l’avvio a partire dal prossimo anno scolastico si attende adesso il via libera del Ministero. Saranno: 2 nell’Alessandrino (a Casale e Novi Ligure), 1 ad Asti, 1 a Biella, 2 nel Cuneese (a Cuneo e Alba), 1 a Novara, 7 nel Torinese (2 a Torino, gli altri 5 a Moncalieri, Rivoli, Settimo, Pinerolo e Ivrea), 1 a Vercelli e 1 nel VCO a Omegna.

Pin It

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.