• Home
  • CRONACA
  • A Torino un Natale in cui si acquista, il bilancio di Ascom durante le feste

A Torino un Natale in cui si acquista, il bilancio di Ascom durante le feste

Torino dati shopping natale piemonte ascom foto by it.paperblog.itEcco il primo bilancio di Ascom-Confcommercio sugli acquisti natalizi, non crolla l'interesse dei consumatori, che non rinunciano ai regali. A Torino il Natale è stato soprattutto hi-tech e gastronomico. 

Avevamo parlato tempo fa dei dati ballerini rilasciati dopo i periodi di acquisti più sfrenati. Si parlava di saldi e dei dati che spesso sono contrastanti rispetto al volume di interesse e la reale spesa dei consumatori. In questo caso si parla invece delle passate feste di Natale. Il primo bilancio arriva dall'Ascom-Confcommercio di Torino e provincia, che rilascia i dati sugli acquisti durante il periodo pre natalizio. Sembra che la temuta crisi degli acquisti non abbia intaccato l'alimentare e la tecnologia, il primo in crescita del 3-4% rispetto al 2012, schizza l'hi-tech a +15%, mentre calano l'abbigliamento, la profumeria e la musica, -5% il primo, -15% i secondi. Ma potrebbe essere l'effetto trend e non l'effetto crisi a dirottare i gusti dei Piemontesi. 

L'effetto trend può riguardare, secondo buon senso, ciò che può andare di moda regalare, il calo dell'abbigliamento, della musica e della profumeria stanno ad indicareprobabilmente un'inversione di trend nei gusti, contando che la musica non se la passa bene dati tutti i nuovi strumenti social e di condivisione sul web, l'abbigliamento è in attesa dei saldi (che quest'anno a Torino iniziano presto, il 4 gennaio) e la profumeria è sempre un settore che tutto l'anno conosce alti e bassi ed è difficile che proponga novità da strapparsi i capelli. 

Soddisfatta la presidente dell'Ascom di Torino, Maria Luisa Coppa, che ora richiede però una mossa più incisiva da parte del governo, per assicurare il futuro agli operatori del commercio, mosse concrete per arginare la disoccupazione e l'economia instabile. Bene anche per le valli olimpiche, che quest'anno registrano visite da parte dei turisti, grazie anche alla copiosa neve caduta le scorse settimane sulle Alpi che ha garantito una stagione sciistica positiva, dagli ultimi giorni il trend sembra essere più che positivo. 

Un Natale quindi positivo per la città di Torino, in attesa dei primi dati sui saldi, che verosimilmente data l'attesa e gli sconti previsti, potranno essere in linea con la media, ma è solo un'ipotesi. Le feste hanno portato una ventata di positività sulla Regione, ora non resta che aspettare e vedere come andrà questo nuovo anno. 

Seguici su Facebook

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.