• Home
  • CRONACA
  • Torino, un pranzo tra i poveri per Monsignor Cesare Nosiglia

Torino, un pranzo tra i poveri per Monsignor Cesare Nosiglia

monsignor nosiglia, foto diocesi.torino.itUn Natale particolare quello di Monsignor Cesare Nosiglia ieri in Arcivescovado.

L'iniziativa natalizia rientra nei vari momenti in cui l'Arcivescovo  di Torino ha deciso  di vivere il "Natale  con i tuoi", cioè nella propria famiglia e casa. E così ieri, la giornata più festosa e sacra per la chiesa, la partecipazione è stata molto numerosa.

Sono stati ben 240 gli ospiti accolti nelle stanze della casa dell'arcivescovo. La comunità di S.Egidio  si è fatta carico di invitarli a nome dell'arcivescovo e ha gestito  l'accoglienza e ogni servizio utile  per la gioia e la fraternità degli invitati.
Di questo  circa metà erano italiani, e l'altra immigrati.

C'erano anche una trentina di  bambini e ragazzi, famiglie  con i loro figli, persone sole e senza dimora, rifugiati, senza lavoro e senza casa, rom, persone con difficoltà di salute, anziani soli. Uno spaccato sociale dei poveri che popolano la nostra città, uno spaccato amaro ma presente che la Chiesa in questo Natale non ha voluto dimenticare.

Gli ospiti  avevano tutti il loro posto assegnato con il rispettivo nome e cognome. In ognuno dei tavoli da dieci  era presente un volontario della comunità. Dopo il saluto di benvenuto dell'Arcivescovo è iniziato il pranzo con una attenzione particolare a chi era di un'altra religione  e aveva pertanto particolari esigenze di rispetto  anche per il tipo di cibo offerto.

Il clima di famiglia  è stato sereno, positivo e ricco di amicizia , di dialogo.  Tutti si sono detti molto contenti e soddisfatti  di quanto hanno vissuto.
Al termine  si è cantato tutti insieme canti natalizi in lingue diverse  ed è stato consegnato  a ciascuno sempre in modo nominativo, un regalo natalizio personalizzato.
L'Arcivescovo ha  espresso la sua gioia per questo avvenimento, ha ringraziato in particolare la comunità di S.Egidio e i volontari, un centinaio, per l'impegno profuso con generosità, ordine e celerità nello svolgimento dei vari momenti del pranzo.

Una bella iniziativa di Monsignor Nosiglia, sempre attento ai bisogni dei più poveri, quest'anno ha deciso di accogliere tutti nelle sua casa e donare un pasto caldo a chi non ha la possibilità di mangiare tutti i giorni.

Seguici su Facebook

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.